Firenze: Diffondere la pratica e celebrare la Giornata della Falun Dafa

Il 13 maggio 2016 praticanti fiorentini, di Prato e della meravigliosa campagna toscana, si sono ritrovati a Firenze per celebrare la Giornata Mondiale della Falun Dafa.

Dimostrazione degli esercizi

Il luogo scelto è stato il Lungarno Pecori Giraldi, a pochi passi dalla Porta della Zecca, parte delle antiche mura della città: luogo di grande passaggio e sosta di bus turistici, punto di arrivo e di partenza per visitatori provenienti da tutto il mondo.

Molti sono stati i gruppi di stranieri incuriositi dagli esercizi, alcuni passanti francesi hanno applaudito sorridendo, dopo aver preso un volantino informativo del Falun Gong. Alcuni studenti romani di una scolaresca liceale hanno letto ad alta voce i principi della Falun Dafa e hanno giocosamente scherzato con i praticanti, rimanendo stupiti della concentrazione durante il 2°esercizio. Alcuni turisti cinesi hanno scattato velocemente foto, increduli di trovarsi di fronte a striscioni della Falun Dafa scritti in cinese, altri hanno attentamente osservato da lontano per buona parte della durata degli esercizi. Stranieri di diverse nazionalità hanno accettato volantini informativi e alcuni di loro e delle loro guide, già informati, raccontavano sommariamente ad altri della bontà della pratica e della libertà negata in Cina continentale.

Due praticanti a turno reggevano uno striscione, catalizzatore degli sguardi dei passanti italiani, persino degli automobilisti in movimento, con la sua grande scritta Falun Gong e informazioni sintetiche sulla malvagità della persecuzione in Cina.

Un uomo arabo si è informato sulla pratica e sui libri dei principi nella sua lingua, e ha preso un volantino in italiano per ricordare l’indirizzo web. Una donna italiana incantata dalla musica degli esercizi è rimasta a lungo ad osservare ed ascoltare la musica di sottofondo, ha poi ricevuto informazioni parlando con un praticante e attraverso i materiali stampati. Gli autisti degli autobus sono stati lieti di essere informati sull’attività in corso.

Alcuni indiani erano affascinati dai praticanti seduti nella posizione del doppio loto.

Foto di gruppo

C’è anche chi si è fermato a collaborare, scattando la foto di gruppo e poi chiedendo di essere inserito dietro lo striscione giallo della Falun Dafa, insieme ai praticanti per una foto ricordo.

Molti, moltissimi sorrisi e cenni di saluto scambiati tra passanti e praticanti, durante l’attività. Anche il sole si è fatto largo tra le nuvole di pioggia fino a poco prima del tramonto.

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.