Poetessa fa causa a Jiang Zemin per i nove anni di prigione subiti

(Minghui.org) La signora Fu Ying, una poetessa, all'età di 33 anni è stata imprigionata per nove anni unicamente perché rifiutava di rinunciare al Falun Gong

La signora, adesso quarantottenne, nel 2015 ha fatto causa a Jiang Zemin, l'ex capo del regime comunista, per le sofferenze subite. La sua denuncia è stata inviata il 16 giugno alla Corte Suprema del Popolo ed alla Procura Suprema del Popolo.

La signora Fu Ying: imprigionata e torturata

La signora Fu è stata arrestata il 12 giugno del 2001. Condannata a 9 anni di carcere dopo 18 mesi di detenzione peraver praticato il Falun Gong.

È stata incarcerata nella prima prigione femminile della provincia del Liaoning e costretta a svolgere lavori pesanti per più di 12 ore al giorno. È stata brutalmente picchiata e le hanno confiscato il suo libro di poesie che non gli è mai stato reso.

La signora Fu, che dopo essere stata liberata nel 2010 accudiva sua nipote , nel 2012 si è trasferita a Shenyang. Tuttavia, il 28 agosto 2013, è stata nuovamente arrestata e detenuta per più di un mese. Sua nipote è stata costretta ad abbandonare la scuola.

Nel maggio 2014 lei si è sposata con il signor Ouyang Hongbo, anch’egli praticante,. Il marito è stato arrestato nel giugno del 2014 e torturato, poi condannato a 6 anni di prigione.

Maggiori informazioni riguardanti il signor Ouyang possono essere trovate qui: Imprenditore di Shenyang arrestato e torturato per la pratica del Falun Gong

La famiglia della signora Fu: il Regime Cinese ha distrutto l'armonia di una famiglia

La sorella minore della signora Fu è stata detenuta per 13 anni e mezzo, lasciando sua figlia senza le sue cure dall'età di 3 anni.

La madre della signora Fu Ying, Tong Shuping, e le sue due sorelle, Fu Qiang e Fu Yan, sono anch’esse praticanti del Falun Gong.

La signora Tong è stata arrestata tre volte dopo l'inizio della persecuzione. Una volta è andata a nascondersi per evitare di essere perseguitata.

Dal 2001 la signora Tong si è presa cura della figlia della signora Fu Yang, provando senza successo a far liberare la madre. È morta all'età di 78 anni.

La signora Fu Yan, un' imprenditrice, è stata arrestata nel 2001. Aveva 29 anni e una figlia di 3 anni. È stata sottoposta a tre anni di lavori forzati e nel febbraio del 2003 condannata a 8 anni di carcere.

Dopo un mese è scappata dall'ospedale dove era ricoverata per un disturbo cardiaco e la pressione alta. È stata però nuovamente catturata dopo due mesi, con una ulteriore condanna di cinque anni e mezzo a causa della sua fuga. È stata detenuta nella stessa prigione di sua sorella Fu Ping

Suo marito ha divorziato da lei nel 2008.

Anche Fu Yan ha fatto causa contro Jiang Zemin. Qui i dettagli: Imprigionata 13 anni per il suo credo, donna di Liaoning denuncia l’ex leader cinese

La signora Fu Qiang ha scritto una lettera per il suo diritto a praticare il Falun Gong poco dopo l'inizio della persecuzione. Le sono stati imposti un anno e mezzo di lavori forzati ed è stata poi liberata per problemi fisici. È stata arrestata nuovamente nel 2002 e detenuta per un mese.

Suo padre è morto nel 2008, mentre le sue figlie si trovavano in prigione.

Scenario

Nel 1999 Jiang Zemin, come capo del Partito Comunista Cinese, contro la volontà degli altri membri del comitato permanente del Politburo, lanciava la violenta repressione del Falun Gong.

Nel corso degli ultimi 16 anni migliaia di praticanti del Falun Gong sono stati torturati a morte. Il bilancio attuale è probabilmente più alto poiché tale informazione viene strettamente censurata in Cina. Molti sono stati torturati per la loro fede e molti altri uccisi per i loro organi. Jiang Zemin è direttamente responsabile di aver dato inizio e condotto questa brutale persecuzione.

Il 10 giugno 1999, sotto la sua personale direzione, il Partito Comunista Cinese ha istituito un organo di sicurezza extralegale, l'Ufficio 610. Quest'organo ha la precedenza sulle forze di polizia e sul sistema giudiziario nello svolgimento degli ordini di Jiang per quanto riguarda il Falun Gong: “Rovinare la loro reputazione, distruggerli economicamente ed eliminarli fisicamente”.

La legge cinese permette che i cittadini ricorrano alle cause penali e molti praticanti stanno ora esercitando tale diritto sporgendo denunce penali contro l'ex dittatore.

Versione inglese

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.