Proseguire sul percorso di coltivazione proprio come abbiamo fatto all’inizio

(Condivisione letta alla Conferenza europea di condivisione delle esperienze di coltivazione della Falun Dafa tenuta a Monaco 2016)
 

Stimato Maestro e amici praticanti!

Ralf (R): Siamo una coppia tedesca che ha iniziato a coltivare nel novembre del 2001. Nonostante abbiamo collaborato alle attività per chiarire la verità sul Falun Gong, come ad esempio la nostra partecipazione alle veglie fuori dalla cattedrale di Colonia, contattare i politici e l'organizzazione di Shen Yun, entrambi abbiamo manifestato diversi attaccamenti. Il grande entusiasmo iniziale e il vigore sono diventati routine e la passività ha preso piede. Vorremmo condividere come abbiamo riconosciuto questo e siamo migliorati.

Birgit (B): Nell'estate del 2001 ho letto in un giornale della persecuzione del Falun Gong in Cina. Non riuscivo a capire perché una tale pratica di qigong pacifica fosse perseguitata. Praticavo yoga già da parecchio tempo, Tuttavia sono rimasta colpita dalla perseveranza dei praticanti, nonostante la persecuzione della loro fede.

Per me era indispensabile scoprire dove queste persone trovassero la forza di perseverare perché in quel momento ero in una pessima condizione fisica e d'animo. Soffrivo di asma e difficilmente riuscivo a dormire a causa degli attacchi di tosse. Inoltre la mia vita era governata dalla paura. A volte pensavo che non sarei vissuta a lungo. Data la mia disperazione avevo comprato libri esoterici e fatto molti corsi nella speranza di migliorare la mia situazione, ma non era servito a niente.

Pertanto ho deciso di provare il Falun Gong , ma avevo poche speranze perché pensavo che si praticasse solo in Cina. Un giorno, facendo una passeggiata nella mia città natale, improvvisamente ho visto lontano uno striscione con stampate le parole "Falun Gong". Non riuscivo a credere ai miei occhi e immediatamente sono andata allo stand informazioni.

R: Anch’io in quel momento ero in una condizione fisica pessima. Durante la mia infanzia non potevo frequentare la scuola per diverse settimane all’anno perché soffrivo di bronchite cronica e di polmonite ricorrente unita a febbre alta. Una radiografia al torace aveva mostrato che un po' del mio tessuto polmonare era già stato distrutto. Per questo non potevo far fronte a situazioni stressanti. Non sapevo cosa fosse il Falun Gong, ma per curiosità ho accompagnato mia moglie all'incontro.

B: Durante la nostra prima conversazione, la praticante ci ha chiesto se volessimo ritornare alla nostra vera natura originaria. Questa frase ha toccato il mio cuore molto profondamente. Era quello che stavo cercando. Così, ho iniziato a piangere.

Abbiamo iniziato a frequentare il seminario di nove giorni lo stesso giorno perché mio marito dopo 10 giorni doveva andare in viaggio per affari. Sono rimasta profondamente colpita da ciò che diceva il Maestro, la compassione che irradiava mi aveva convinta nel profondo della mia mente che finalmente avevo trovato la mia strada.

R: Mentre guardavamo il video del seminario di 9 giorni mi sono addormentato, ma sentivo l’aura speciale del Maestro. Apparentemente il Maestro stava ripulendo la mia testa, proprio come ha detto nello Zhuan Falun:

"Alcune persone persino si addormentano durante le mie lezioni e si svegliano non appena ho terminato. Perché? Perché dentro la loro testa ci sono delle malattie che devono essere eliminate". (Zhuan Falun, Seconda lezione)

Tuttavia avevo potuto assorbire gran parte di ciò che il Maestro aveva detto e dopo aver ascoltato l'intero seminario ero determinato anche io a intraprendere questo percorso di coltivazione. Poco dopo ho vissuto la mia prima prova. La mia mente si opponeva di praticare una sola via di coltivazione e avevo già iniziato a praticare yoga. Ma, a dire il vero, volevo veramente praticare il Falun Gong, così ho rinunciato allo yoga.

B: Anche io ho deciso di smettere yoga. È stata una decisione difficile, avevo un buon rapporto con l'insegnante e non volevo deluderlo. Inoltre avevo deciso di sbarazzarmi di tutta la mia collezione di letteratura esoterica. Era infinitamente difficile raggiungere a piedi il bidone dei rifiuti della carta, ma non appena ho buttato tutti i libri ho sentito subito un grande sollievo.

R: Durante le seguenti settimane e mesi, abbiamo praticato gli esercizi diligentemente e imparato la Fa. Entrambi ci sentivamo profondamente collegati al Falun Gong ed eravamo molto motivati nella nostra coltivazione.

Dopo un anno di pratica abbiamo iniziato con i nostri sforzi a chiarire la verità durante la veglia a Colonia, tuttavia non l'abbiamo fatto con abbastanza cuore. Nei sette anni successivi siamo stati vigorosi e seri nel fare le tre cose come il Maestro ha chiesto ai suoi praticanti.

Poi abbiamo lentamente cominciato a battere la fiacca, ma non eravamo coscienti di questo. Abbiamo rallentato nel fare gli esercizi perché era piuttosto difficile alzarsi la mattina. Avevo notato che ero ad un punto di svolta passivo durante lo sforzo per chiarire la verità. Passività e comfort erano diventati la norma. Giustificavo questo con il fatto di essermi assunto un sempre più crescente onere professionale. Inoltre mi buttavo nei conflitti con i miei colleghi, che comprendevano il bullismo. Erano difficili da affrontare. Avevamo smesso di mettere la Fa prima di qualsiasi altra cosa e, per un intero anno, non siamo andati allo studio di gruppo della Fa.

B: Notavo sempre di più che il mio stato di coltivazione peggiorava. Ero infelice a riguardo, ma non riuscivo a superare questa condizione. Spesso mi sentivo depressa, e questo mi bloccava nelle azioni e mi faceva anche sentire una grande pressione. Cadevo addormentata durante lo studio della Fa e non riuscivo ad assimilare il contenuto di ciò che il Maestro diceva. Ero in uno stato confusionale e questo mi preoccupava.

R: Infine, abbiamo raggiunto il punto più basso nella nostra coltivazione. Siamo entrati in una terribile lotta con i praticanti che erano strettamente coinvolti con noi nel nostro progetto sui politici. Guidati da sentimenti umani abbiamo trascurato di guardarci dentro e quindi non riconoscevamo le nostre mancanze e attaccamenti. Il Maestro ha detto:

"Nella vera coltivazione, uno deve coltivare il proprio cuore, deve coltivare all’interno di sé stesso, deve cercare dentro di sé e non fuori da sé". (Zhuan Falun, Nona lezione)

Le mie carenze e attaccamenti erano evidenziati tramite la rabbia, lo spirito combattivo e il desiderio di lavorare con molti politici importanti.

B: Ero anche io piena di rabbia. Tuttavia la mia più grande delusione è stata di un praticante che non si era comportato come avevo immaginato. Questo attaccamento alla delusione, che avevo conosciuto fin dall'infanzia, ha la sua radice più profonda nell'egoismo. C'era un senso di impotenza, passività e mancanza di forza. Così abbiamo perso molte opportunità per chiarire la verità e salvare esseri senzienti. Purtroppo questa condizione è durata troppo a lungo.

Siamo andati alla conferenza della Fa del 16 ottobre a Los Angeles. Ascoltando la lezione del Maestro sono rimasta scioccata.

Il Maestro ha detto:

”Alcune persone hanno ancora delle possibilità, ma altri non più; per alcuni è rimasto ancora del tempo, mentre altri devono proprio correre, tuttavia se non avessero gettato una base, né avessero una comprensione adeguata della Fa, come potrebbero avere la spinta a persistere?". ("Insegnamento della Fa alla conferenza della Fa della zona occidentale delgi Stati Uniti 2015")

Dopo aver ascoltato le parole del Maestro riuscivo a malapena a respirare. Una grande paura mi ha afferrata. Improvvisamente mi sono resa conto che non avevo molto tempo per adempiere ai voti fatti al Maestro.

R: Avevo sentito esattamente la stessa cosa ed ero stato colpito da un senso di impotenza e disperazione. Abbiamo condiviso i nostri pensieri con molti altri praticanti e nei mesi successivi abbiamo cercato di migliorare il nostro stato di coltivazione. Ma era più difficile di quanto pensassimo. Facevamo gli esercizi più regolarmente e imparavamo di più la Fa. Facevamo anche dei progressi nei nostri sforzi per chiarire la verità, cercando di organizzare più appuntamenti con i politici.

Tuttavia sentivo che la pigrizia che ci aveva afferrato era difficile da superare. Il percorso di coltivazione è angusto. Quando uno fa un passo fuori dal percorso prestabilito, il pericolo è dietro l'angolo.

B: Siamo andati a New York a maggio 2016 per partecipare alla conferenza della Fa di New York. Ero preoccupata poiché pensavo che, sebbene se il mio stato di coltivazione era migliorato, non aveva raggiunto il punto in cui avrebbe dovuto essere.

Le solenni parole del Maestro mi hanno toccato. Se non ricordo male il Maestro ha detto nel corso della conferenza europea che l'Europa aveva iniziato bene, ma poi si era indebolita con il tempo. Ho sentito che il Maestro mi stava parlando direttamente. Era esattamente quello che mi era successo.

Il Maestro ci ha fatto capire che non siamo riusciti a recuperare quello che abbiamo perso, ma non dobbiamo guardare al passato, piuttosto dobbiamo andare avanti e migliorare il nostro stato di coltivazione.

Queste parole mi hanno dato speranza. Ho capito che istintivamente ero rimasta bloccata in uno stato depressivo negativo e che questo mi paralizzava sul mio cammino di coltivazione. Ho deciso di superarlo. Il Maestro ci sta dando un po' di tempo per recuperare e salvare più esseri senzienti.

R: Abbiamo promesso al Maestro di migliorare durante l'incontro europeo. Prendiamo molto sul serio questo perché forse è l'ultima possibilità di adempiere al nostro voto. Da quando siamo tornati in Germania partecipiamo, se possibile, più volte alla settimana ai diversi gruppi di studio della Fa. Quando inviamo i pensieri retti, cerchiamo di concentrarci, affinché le nostre capacità possano entrare in azione. Ora ci stiamo guardando sempre dentro, qualunque sia la tribolazione che stiamo affrontando. In questo modo troviamo i nostri attaccamenti e li eliminiamo.

Vogliamo condividere qualcosa che è accaduto di recente che è stata una vera prova per noi.

B: Abbiamo partecipato alla veglia a Colonia per circa 13 anni. Durante una riunione di gruppo un praticante ci ha detto che non avevamo fatto bene nel corso degli ultimi anni e quindi non avevamo avuto nessun buon effetto. Ciò ha impedito anche ai praticanti provenienti da altre città di venire a sostenere questo progetto. Questa accusa è stata puntata sia a noi, come pure ad altri praticanti che avevano organizzato e partecipato a questo progetto per lungo tempo.

Non me lo aspettavo e una rabbia è comparsa dentro di me. Allo stesso tempo, mi sono sentita trattata ingiustamente. Tuttavia dopo averci pensato sopra ho trovato alcuni attaccamenti. Ad esempio, ho sentito che ero stata trattata ingiustamente restando fedele ai vecchi modi, c'era avversione al cambiamento e non gradivo le critiche.

R: I miei attaccamenti includevano la prepotenza, il fare brutta figura e lo spirito combattivo. Rispetto agli attaccamenti che influenzavano il nostro coinvolgimento nel progetto politico, li abbiamo trovati in modo relativamente veloce. Li abbiamo lasciati andare e siamo andati ad incontrare i praticanti che erano disposti a darci dei suggerimenti per migliorare.

Un piccolo gruppo di noi ha creato nuovi manifesti in poche settimane e ha lavorato sull'ulteriore sviluppo del banco per le informazioni.

B: Vogliamo migliorare il nostro sentiero di coltivazione. Avanziamo insieme, miglioriamo il nostro livello di coltivazione e salviamo più esseri senzienti, proprio come il Maestro ci ha chiesto.

Il Maestro ha detto durante il suo insegnamento alla Conferenza della Fa di New York 2016:

“Naturalmente alcuni discepoli della Dafa stanno facendo molto bene, anche se sono inciampati a vari livelli. Non importa, il Maestro ha visto che alcune tribolazioni non sono un qualcosa che gli esseri umani possono sopportare e non contano; rialzatevi quando cadete, questa è la cosa più straordinaria, e ricominciate e fate bene!” ("Insegnamento della Fa alla Conferenza della Fa di New York 2016").

“Discepoli della Dafa, anche se il Maestro ha parlato un po' duramente, è stato per rinvigorirvi, perché siete la speranza dell'umanità! La speranza per gli esseri senzienti dell’universo! E siete anche la speranza del Maestro!”. ("Insegnamento della Fa alla Conferenza della Fa di New York 2016 ")

Molte grazie stimato Maestro e amici praticanti!

* * *

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.