Per quanto tempo può il Partito comunista cinese negare l'esistenza dei prelievi forzati di organi?

(Minghui.org) Il 16 ottobre 2016 la Xinhua News Agency, il mezzo di comunicazione del regime cinese, ha pubblicato un articolo per negare l'esistenza del prelievo forzato di organi in Cina.

Un ricercatore religioso di nome Anxin, ha rilasciato alcuni commenti ai media dall'università di Pai Chai in Corea del Sud, dopo che i praticanti del Falun Gong hanno spiegato agli studenti cinesi e studiosi in visita al campus, il prelievo forzato di organi da praticanti del Falun Gong che sta avvenendo in Cina.

Influenzati dalla propaganda di odio del regime cinese contro il Falun Gong, molti studenti cinesi hanno messo in discussione la questione. Anxin quindi ha suggerito che il regime cinese dovesse fornire la prova agli studenti cinesi all'estero, così da poter sostenere le loro argomentazioni. Ma nella notizia riportata da Xinhua, il significato del suggerimento di Anxin è stato stravolto e portato come esempio di incredulità di uno studioso d'oltremare sui prelievi forzati di organi.

Dati discordanti degli ospedali cinesi coinvolti nei trapianti d'organi

Il regime totalitario e le notizie dei media controllati dal governo in Cina hanno fatto in modo che molti funzionari, medici e studiosi non fornissero i dati di fatto circa i trapianti d'organo. Tuttavia sulla base delle informazioni che sono state pubblicate, siamo in grado di trovare alcuni indizi per comprendere l'esistenza di una grande banca di organi.

In un articolo del Phoenix Weekly di novembre del 2013 si legge che il turismo dei trapianti di organi in Cina è diventato molto popolare. “È così facile fare un trapianto di rene che è proprio come andare a comprare un rene di maiale al macello.” Questa dichiarazione si riferisce ai brevi tempi di attesa che esistono in tutta la Cina per quasi ogni tipo di trapianto d'organo, in cui si può trovare il corrispondente organo in soli uno o due giorni. Negli Stati Uniti, il paese più avanzato al mondo per trapianti di organi, il tempo di attesa per un rene da un donatore deceduto è dai cinque ai dieci anni.

Notando i brevi tempi di attesa, molti medici esperti al di fuori della Cina sospettano l'esistenza di una fornitura di organi clandestina o di un deposito di organi vivi per la raccolta, e si raccomandano ai loro pazienti di non andare in Cina per l'acquisto di un trapianto.

Il chirurgo capo della divisione epatobiliare nell'ospedale Zhu Jiye dell'università di Peking, una volta ha rivelato che vengono eseguiti ogni anno più di 4.000 trapianti di rene in ospedale; questo numero è 40 volte superiore a quello reso pubblico dall'ospedale, che ammonterebbe a 100 casi di trapianto di rene all'anno.

Tali divergenze tra i dati si trovano anche in altri ospedali.

Il Centro Trapianti Orientale di Organi è un ospedale di 500 posti letto che ha aperto nel 2006, ed ha subito un ampliamento nel 2008. Un membro del personale dell'istituto di architettura design di Tianjin ha detto che l'ospedale ha un tasso di occupazione dei posti letto di oltre il 90%, il che significa che sono condotti ogni anno tra i 5000 e gli 8000 trapianti d'organo.

Queste cifre sfatano direttamente le cifre ufficiali che affermerebbero che solo 10.000 casi di trapianto d'organo si svolgono in Cina ogni anno a livello nazionale.

I fatti parlano da sè

A seguito del fatto che i rappresentanti della Casa degli Stati Uniti hanno passato all'unanimità la A.RIS. 343 in giugno 2016, tre ricercatori indipendenti David Kilgour, David Matas e Ethan Gutmann, hanno pubblicato un rapporto aggiornato che fornisce informazioni dettagliate sul crimine riconosciuto del prelievo forzato di organi in Cina.

Senza alcuna prova per confutare i rapporti, il regime comunista cinese ha continuato a negare le accuse e ha persino sostenuto che le sue procedure di trapianto sono state accettate dalla società internazionale.

Quando il 26° Congresso Internazionale della Transplantation Society si è svolto a Hong Kong dal 19 al 23 agosto 2016, il presidente della Transplantation Society (dottor Philip J. O'Connell) ha affrontato gli oratori cinesi al convegno dicendo: "È importante che voi capiate che la comunità globale è inorridita per le pratiche che i governi cinesi hanno sostenuto in passato".

Il Global Times e altri media controllati dal PCC hanno affermato che l'osservazione del Dr. O'Connell" dimostra che il sistema del trapianto d'organi cinese è stato accettato dalla Transplantation Society".

Il giorno dopo il Dr. O'Connell ha confutato le osservazioni formulate nei media controllati dal PCC in una conferenza stampa dicendo che: "nessuno poteva interpretare" quello che ha detto ai rappresentanti cinesi, nel senso che il sistema del trapianto di organi in Cina non è stato assolutamente accettato dalla Transplantation Society.

Il Dr. O'Connell ha inoltre dichiarato:" Loro possono raccontare ciò che vogliono, ma questo non corrisponde alla verità".

Sempre più sovente vengono arrestati i funzionari coinvolti nella persecuzione del Falun Gong, in particolare quelli coinvolti nella raccolta forzata di organi. Il giorno in cui il mondo apprenderà la verità a riguardo è sempre più vicino.

(*)GLOSSARIO

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.