Danimarca, Bornholm: Il Falun Gong partecipa al Folkemødet

(Minghui.org) I praticanti del Falun Gong di recente hanno partecipato al Folkemødet a Bornholm, in Danimarca, tra il 15 e il 18 giugno 2017. Conosciuto anche come ‘Riunione del Popolo’, questo festival annuale attira oltre 100.000 visitatori; si tratta di un evento che riunisce un gran numero di funzionari del governo, uomini d'affari e molti cittadini comuni, che possono discutere e dibattere della società e delle “opportunità e sfide”.

I praticanti hanno mostrato gli esercizi del Falun Gong, esposto striscioni informativi e parlato con le persone dei benefici di questa tradizionale disciplina spirituale e di come venga brutalmente repressa in Cina da diciott’anni a questa parte.

I praticanti del Falun Gong eseguono gli esercizi

“Questo è ciò di cui abbiamo bisogno”

I visitatori al Folkemødet imparano gli esercizi del Falun Gong

Due donne di Copenaghen che lavorano nei servizi sanitari di psicologia e assistenza sono rimaste colpite dai dolci, lenti esercizi del Falun Gong e si sono fermate a parlare con i praticanti. Una delle due donne ha detto: “Conosciamo l'importanza di bilanciare il corpo, la mente e lo spirito. Posso sentire la pace interiore e l’armonia”.

Dopo aver appreso della persecuzione del Falun Gong da parte del Partito Comunista Cinese, un uomo ha detto: “Ora capisco che le teorie del PCC sono in antitesi con i principi del Falun Gong di Verità, Compassione e Tolleranza”.

Due uomini che provengono da ovest di Copenaghen erano felici di conoscere il Falun Gong; condivido la convinzione che i valori tradizionali sono importanti per le persone al giorno d'oggi e sperano di imparare gli esercizi. Dopo aver appreso della persecuzione dei praticanti in Cina, un di loro ha detto: “Quello che state facendo è grande”.

Una donna ha detto che i principi del Falun Gong sono in sintonia con lei: “Verità, Compassione e Tolleranza è ciò di cui abbiamo bisogno”.

Supporto per far cessare la persecuzione

Un uomo firma la petizione per aiutare a fermare la persecuzione in Cina

Una giovane coppia, attratta dalla cultura cinese, ha raccontato di essere stata in Cina. Un praticante ha spiegato loro come il PCC, nel corso degli anni, abbia diffamato il Falun Gong con una propaganda d’odio. L'uomo ha ringraziato il praticante per avergli chiarito i fatti e ha detto: “Non c'è da stupirsi che ci siano così tanti commenti negativi sul Falun Gong in Cina. Siamo lieti di aver appreso ciò che sta realmente accadendo”; trovano orribile la brutale persecuzione, in particolare il prelievo forzato d’organi dai praticanti del Falun Gong imprigionati e hanno aggiunto che avrebbero diffuso queste notizie ai loro amici.

Una donna danese sapeva che il PCC perseguita il Falun Gong, e come il regime cerchi di controllare ogni aspetto della società; per lei i valori tradizionali promossi dai praticanti del Falun Gong sono molto buoni e dovrebbero essere seguiti: “Mi sento male al pensiero che molti governi sacrifichino i loro principi per ottenere un vantaggio economico con la Cina. È sbagliato, perché solo la retta fede e coloro che la posseggono potranno beneficiare la nostra società, portando speranza”.

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.