Scovare le radici degli attaccamenti

(Minghui.org) Saluti, venerabile Maestro! Saluti, amici praticanti!

Come discepoli della Dafa nel periodo di rettifica della Fa, è nostra responsabilità coltivare bene e salvare le persone. Negli ultimi due anni mi sono resa conto che il processo di coltivazione personale è strettamente legato alla rettifica della Fa. Se un praticante non può sbarazzarsi dei propri attaccamenti, i progetti per salvare le persone non possono avere successo. Solo se abbandoniamo il nostro ego, tutti i tipi di pensieri e di concetti umani, e se sviluppiamo compassione e altruismo, possiamo fare un buon lavoro nei progetti per salvare gli esseri senzienti.

Il Maestro in “Hong Yin III” ha detto:

“Né il cielo né la terra possono bloccare la mia strada di rettifica della Fa
Ma possono i cuori umani dei discepoli”.

Durante la coltivazione ho pensato di dover usare alcune abilità professionali per convalidare la Dafa e salvare esseri senzienti. Questo processo è stato lungo e difficile e non era apprezzato dagli altri. Una volta ho sentito alcuni commenti negativi. L’istinto di sopravvivenza era così grande e avevo così tante cose da fare che non avevo abbastanza tempo per studiare la Fa. Pertanto, sono apparsi molti pensieri e attaccamenti umani. Ero permalosa e competitiva.

Quando sono stata troppo testarda, i problemi si sono intensificati e mi sono imbattuta in situazioni più complicate. Ma quando ho lasciato andare l'ego, la {{xinxing}} si è elevata alla luce dei principi della Fa e lo stato di coltivazione è migliorato.

Ad esempio, quando ho avuto una discussione molto intensa con un amico praticante che mi ha resa triste e infelice, ho scritto più volte il poema del Maestro “Che cos'è Ren (Tolleranza)?”. Ho studiato anche ripetutamente gli insegnamenti del Maestro sull'argomento e ho voluto coltivare “la tolleranza di un praticante”. Mi sono calmata, ma non ero ancora in uno stato di “sopportare completamente senza collera o rimostranze” (Elementi essenziali per un ulteriore avanzamento).

Mi sono chiesta: come posso coltivare la tolleranza di un coltivatore? Subito dopo, l'amico praticante, con cui avevo litigato, mi ha chiamata al telefono, e io, con la benedizione del Maestro, ho sviluppato compassione e tolleranza nei suoi confronti. Mi sono liberata dell'odio e sono diventata molto tranquilla. Ho sperimentato lo stato di “tolleranza di un coltivatore”.

Grazie al Maestro ho potuto sviluppare la tolleranza. In qualsiasi circostanza non dovrei mai avere pensieri negativi nei confronti degli amici praticanti. Anche se si manifesta qualcosa di negativo davanti a noi, dovremmo comunque guardarci dentro. Così ho deciso di cambiare i miei vecchi pensieri e di assimilarmi alla Fa del nuovo universo.

Tuttavia, l'amico praticante ha continuato ad essere fastidioso, il che mi ha messa in difficoltà. Mi sono resa conto che il principio del nuovo universo era quello di mettere gli altri al primo posto, mentre nel vecchio universo era l’inverso. Ciò che ho sperimentato è stato solo un avvertimento per liberarmi dall'egoismo. La mia intenzione originale di venire sulla Terra era di salvare esseri senzienti. Non desideravo altro, l’importante era che tutti gli esseri fossero salvati.

Col tempo ho sviluppato pensieri altruistici e la mia mente è diventata piena di tranquillità e pace. Quando ho corretto i miei pensieri, l'amico praticante ha subito cambiato il suo atteggiamento e ha iniziato a collaborare.

Ho capito, che per poter salvare esseri senzienti, devo rinunciare a tutto nella vita, solo per assistere il Maestro nella rettifica della Fa. Anche se alla fine dovessi rinunciare davvero a tutto, non credo me ne pentirei. Quando ho studiato nella Quarta Lezione dello “{{Zhuan Falun}}”il capitolo “La trasformazione del karma”, ho capito che l'amico praticante mi stava aiutando ad eliminare il karma, a migliorare la mia xinxing e ad aumentare il mio gong. All'improvviso non solo non ero più arrabbiata, ma l’ho anche ringraziato per l'opportunità che mi stava offrendo. Il giorno dopo mi ha chiamata per dirmi che non avrebbe più insistito con le sue idee e che era disposto a collaborare.

Ogni volta quando studiavo lo “Zhuan Falun”, potevo sentire il mio Terzo occhio circondato dal potente campo energetico della Dafa. Poiché la mia xinxing migliorava tramite le prove, questo era uno stato naturale, benedetto dal Maestro.

Per migliorare lo stato di coltivazione, ho aumentato il tempo dedicato allo studio della Fa e l'invio di pensieri retti. Ogni giorno studiavo un capitolo del libro, e poi, inviavo i pensieri retti. Dopo lo studio della Fa, ho capito che la negatività di questo praticante mi aveva influenzata, indipendentemente dal fatto che avesse ragione o meno. Così ho messo da parte la concezione del giusto e sbagliato della gente comune e ho iniziato a guardarmi dentro.

Ho scoperto che spesso avevo delle dispute con questo praticante. Questa falsa me era composta da tanto karma, ma la vera me pensava agli altri, e non avrebbe voluto avere dispute con gli altri. In quel momento, ho sentito uno stato di quiete e pace. È stato davvero un grande miglioramento nella mia coltivazione. Dopo ho sognato di essere in un enorme edificio pieno di luce dove un ascensore mi portava sempre più in alto.

Per vari motivi, la mia vita sembrava giunta al termine. Ho avuto gravi problemi nella vita e nella coltivazione. Nonostante ciò, ho partecipato alla Conferenza europea della Fa a Parigi. Nel Suo “Messaggio di congratulazioni alla conferenza europea della Fa a Parigi”, il Maestro ha detto:

“I discepoli della Dafa sono la speranza dell'umanità; sono l'unica e sola speranza. Salvare gli esseri senzienti è la nostra missione ed è una grande responsabilità, solo coltivando bene voi stessi potete fare bene quello che i discepoli della Dafa devono fare”.

Questa Fa mi ha fatto capire che devo guardarmi dentro e coltivare veramente.

Le condivisioni di due praticanti durante la Conferenza mi hanno toccato il cuore. Il primo amico praticante era un coordinatore. Dopo essere stato seriamente criticato da molti amici praticanti, ha migliorato la xinxing studiando intensamente la Fa e guardandosi dentro incondizionatamente. Il secondo praticante, per superare le prove di xinxing, è stato diligente e studiava tre lezioni dello Zhuan Falun ogni giorno.

Tornando dalla Conferenza, pensavo che non ci fossero altre scorciatoie. Dovevo guardarmi dentro e fare bene le tre cose. Ho deciso di memorizzare la Fa. Con la benedizione del Maestro, mi sono unita ad un gruppo di praticanti che memorizzavano la Fa ogni giorno per 2 ore. Ci siamo focalizzati sulla qualità, non sulla quantità.

Sono stata subito attratta dalla potente energia della Dafa. Sapevo, che solo rispettando veramente la Fa, leggendola attentamente parola per parola, assimilandomi alla Dafa e correggendomi alla luce della Dafa, il vero significato della Fa mi si poteva rivelare. Ho sperimentato le meravigliose sensazioni di essere un tutt’uno con la Fa e il mio intero corpo poteva muoversi a fatica.

Quando studiavo la Fa, facevo FZN e praticavo gli esercizi del Falun Gong, potevo sentire una calda energia intorno a me e tutti i miei pensieri umani venivano spazzati via. Potevo sempre provare compassione, gentilezza e tranquillità.

Quando l’amico praticante ha fatto una richiesta irragionevole, non mi sono arrabbiata, e gli ho parlato con compassione. Ho immediatamente ricevuto il guanding dal Maestro e l’ho sentito per circa mezz'ora. Ogni poro sul mio corpo era caldo e mi sentivo a mio agio. Ero consapevole che questa era la benedizione del Maestro poiché di fronte alle richieste irragionevoli e trattamenti ingiusti, ero ancora in grado di stare calma ed elevare la mia xinxing.

Tuttavia, il problema è stato risolto solo a livello superficiale e non alla radice. Uno strato era stato rimosso, ma c'era ancora un altro strato. Le radici degli attaccamenti non erano state rimosse. Inoltre c'erano anche alcuni attaccamenti che non percepivo nemmeno. Questi attaccamenti includevano la gelosia, il non accettare opinioni diverse, la competitività ecc. Con quegli attaccamenti ancora presenti, si sarebbero verificati problemi in ogni aspetto della mia vita e del mio lavoro.

Una volta, dopo aver recitato la Fa, una praticante ha condiviso i suoi pensieri su “Insegnamento della Fa a Manhattan”:

“Ecco come andranno le cose per voi, a cominciare da ora. Che abbiate ragione o no, per un coltivatore non ha nessuna importanza. Non mettetevi a disputare a destra e a manca, e non enfatizzate chi ha ragione e chi ha torto. Alcune persone stanno sempre a sottolineare che loro hanno ragione, ma anche se avete ragione e non avete torto, che cosa importa? Siete migliorati sulla base della Fa? Proprio il fatto di usare il pensiero umano per sottolineare chi ha ragione e chi ha torto è in se stesso sbagliato. Accade perché state usando la logica della gente comune per valutare voi stessi, e state usando quella logica per misurare gli altri. Agli occhi degli dei, per un coltivatore avere torto o ragione nel mondo umano non ha la minima importanza, mentre è importante eliminare gli attaccamenti che vengono dal pensiero umano; come cercate di eliminare quegli attaccamenti radicati nel vostro pensiero umano mentre coltivate è la cosa veramente importante”.

Mi sono resa conto che avevo attaccamenti relativi a questo paragrafo. Quindi ho riletto questa Fa dopo lo studio. Ho trovato il mio attaccamento. Poi ho iniziato a pensare a come applicare ciò che il Maestro ci ha insegnato:

“Eliminare quegli attaccamenti radicati nel vostro pensiero umano mentre coltivate è la cosa veramente importante”.

Mi sono chiesta come posso eliminare gli attaccamenti se non accetto le critiche? Ho trovato la risposta nelle parole del Maestro:

“Le abitudini che avete formato nel corso degli anni, derivano dai vostri vari attaccamenti. Coloro che sono attaccati al salvare la faccia si sentiranno imbarazzati, quando vengono criticati, quindi sarà colpito quell'attaccamento che vi impedisce di sopportare le critiche da parte degli altri. Alcuni pensano di non dover essere criticati perché sono coordinatori dei progetti. Ci sono altri che credono di essere dotati di certi talenti particolari e non accettano le critiche degli altri. Altri ancora non sono disposti ad ascoltare le critiche perché hanno delle opinioni negative sull'altra persona, e così via, sotto ogni forma e aspetto”. (Insegnamento della Fa a Manhattan)

Confrontandomi con la lista, avevo tutto ciò che il Maestro ha elencato. Ho condiviso i miei pensieri con gli amici praticanti, determinata a eliminare gli attaccamenti. Questo attaccamento si è indebolito molto.

Sono davvero grata al sito web Minghui e agli amici praticanti; entrambi insieme hanno creato un vero ambiente di coltivazione. Ogni giorno ricevevo uno o due link di articoli del sito Minghui da altri praticanti. Gli articoli erano molto preziosi in termini di coltivazione. Leggendo le condivisioni, spesso non vedevo l'ora di stamparli. Mi hanno ricordato i miei attaccamenti. Confrontando le loro condivisioni con me stessa, è diventato molto più facile trovare le mancanze che prima erano difficili da notare.

Mi ricordo una condivisione che ha analizzato profondamente varie manifestazioni, cause alla radice e pericoli dell'invidia, e la connessione tra invidia e altri attaccamenti. Dopo aver letto la condivisione, ho trovato il sentimento dell'invidia nascosto in me. In precedenza pensavo di coltivare abbastanza bene e non accettavo di avere questo attaccamento. Comunque, la gelosia si manifestava attraverso vari conflitti con gli altri. In precedenza percepivo solo gli attaccamenti a livello superficiale e non le loro radici. Anche quando vedevo l'invidia negli altri, non ero consapevole che la loro invidia riflettesse la mia, e che dovevo eliminarla.

Da un punto di vista razionale, il Maestro ci ha insegnato “Verità, Compassione e Tolleranza” e lo scopo era di farci “diventare esseri senza ego che vivono per gli altri”. (Insegnamento della Fa a Washington D.C. 2018)

L'invidia si oppone totalmente a questo principio. Vedere le altre persone diventare migliori forse ne rende infelice altre. È davvero il primo attaccamento che dovremmo eliminare? Una delle caratteristiche delle vecchie forze era l'invidia. Allora non era una specie di interferenza delle vecchie forze? Non dovrebbe essere eliminata completamente? In realtà la radice di tutti gli attaccamenti deriva dall'egoismo.

Un giorno, dopo aver fatto gli esercizi nel gruppo di pratica, si parlava di educazione dei bambini. Una praticante ha detto: “Dovremmo guardare più ai talenti e ai punti forti dei bambini”. Dopo averlo sentito, ci ho riflettuto più volte. Ho pensato a tutte quelle dispute con l'amico praticante e il mio cuore si è improvvisamente aperto. Sì, anche se ha avuto ogni sorta di carenze, nonostante le dolorose frizioni tra di noi, perché non ho visto i suoi lati positivi? Perché ho sempre osservato i suoi difetti? Era forse in azione la mia invidia?

Quando sono tornata a casa ho sentito che, dopo due anni, le dispute con l´amico praticante erano finalmente scomparse. Davvero non mi importava più chi aveva ragione o torto. Non litigavo più con lui, come se non fosse successo mai niente tra noi, come se lo avessi appena conosciuto. Riuscivo a collaborare con lui incondizionatamente.

Più agivo in questo modo, più mi sentivo rilassata e il mio campo energetico era leggero. Mi sono detta, che d'ora in poi mi sarei sforzata di sviluppare una sorta di altruismo che influenzasse gli altri.

Quasi nello stesso momento in cui ho trovato e abbandonato l'invidia, il Maestro mi ha dato saggezza che mi ha permesso di risolvere un problema tecnico di un progetto che durava da un anno. È stata una svolta. Ho dovuto ammettere che era stato sprecato del tempo prezioso per colpa dei miei pensieri egoistici.

Ho pensato a questa frase del Mestro:

“In passato, i coltivatori eliminavano gli attaccamenti uno dopo l’altro, mentre nel vostro caso, quasi tutti i vostri attaccamenti rimangono mentre vengono indeboliti e diminuiti uno strato alla volta, indeboliti e diminuiti continuamente”. (Insegnamento della Fa alla Conferenza della Fa della zona occidentale degli Stati Uniti, 2015)

“Molti di voi hanno coltivato a lungo e trovano che ci sono ancora dei cattivi pensieri nella vostra mente. Voi potete reprimerli se volete. Questo perché anche se vanno sempre più peggiorando e ne stanno venendo sempre più in superficie, stanno diventando più deboli, perché non hanno più radici”. (Insegnamento alla Conferenza della Fa in Svizzera)

Un giorno ho visto due persone lavorare in un campo di mais. Una persona ha tirato fuori i fusti di mais, e l'altra li ha tagliati in parti corte con le forbici. Alla fine tutti i fusti di mais erano della stessa lunghezza e potevano essere riciclati facilmente in un unico lotto. All'improvviso mi è sembrato di capire visivamente ciò che il Maestro aveva detto. Ogni fusto di mais era come un attaccamento. Dovremmo prima trovarlo e tirarlo fuori dalla terra. Dopo bisogna tagliare l'attaccamento in piccole parti. Alla fine, questi piccoli pezzi dell'attaccamento saranno eliminati dalla Fa in un colpo solo. Quello che ho visto assomigliava in realtà alla nostra coltivazione quotidiana. I conflitti sono una buona cosa, un'opportunità per noi per eliminare gli attaccamenti e migliorare la nostra coltivazione.

Solo quando il nostro standard si conforma al nuovo universo, si potrà raggiungere l'obiettivo di salvare esseri senzienti.

Un giorno ho fatto un sogno: il Maestro era circondato da un gruppo di dei del vecchio universo. Le vecchie forze stavano contestando: “Perché non hai ancora finito la rettifica della Fa?” Il Maestro ha detto loro con calma e compassione: “Voglio solo che tutti ritornino nella loro posizione originale”.

Dopo essermi svegliata, ho compreso che il Maestro ha usato la sua infinita compassione per estendere il tempo per noi, per permetterci di raggiungere la perfezione e realizzare la nostra sacra missione di salvare gli esseri senzienti.

Sono profondamente grata al Maestro per la sua misericordia e salvezza! Apprezzo profondamente l'aiuto offerto dagli amici praticanti!

(Presentato alla Conferenza Europea della Fa 2018)

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.