54 Fatti che rivelano come la “Auto-Immolazione” di Piazza Tiananmen fu effettivamente messa in scena per scopi di propaganda – Parte 1

1. Liu Chunling morì a causa di un colpo alla testa, non per auto-immolazione

Osservando al rallentatore la sequenza del programma della TV Centrale Cinese (CCTV), riguardante l'”Auto-Immolazione” di Piazza Tiananmen del Gennaio 2001, vediamo che una delle donne, Liu Chunling -- che, nella versione degli eventi della Xinhua (portavoce ufficiale del Partito Comunista Cinese), presumibilmente morì a causa delle ustioni-- ricevette effettivamente un colpo secco alla fronte da un uomo che indossava un soprabito dell'esercito, con qualcosa che assomiglia ad una sbarra di metallo. La si vede cadere istantaneamente a terra, molto probabilmente morta a causa del colpo. L'uomo che indossava il cappotto era chiaramente incurante di salvare Liu Chunling. Chi è? Perchè avrebbe ucciso Liu Chunling?

Allo stesso modo, per quanto riguarda l'oggetto che volò via da dietro la testa di Liu, alcuni dicono che fosse un'arma mortale, alcuni dicono che fossero i capelli di Liu e altri ancora dicono che fosse il vestito di Liu. Ma comunque, l'oggetto non venne fuori dal gas emesso dall'estintore usato in quel momento; infatti volò in aria in direzione dell'uomo che stava tenendo l'estintore. Ciò indica che l'oggetto non usciva dall'estintore, ma era un qualche tipo di oggetto che rimbalzò dalla testa di Liu, dopo il colpo. Il fatto che possiamo vedere l'oggetto piegato volare in aria suggerisce quanto violento fu il colpo al cranio di Liu e quanto violento fu l'attacco dell'assalitore. Possiamo anche individuare la mano sinistra di Liu che istintivamente arriva alla testa, nel punto in cui lei è colpita, mentre sta cadendo a terra.

2. Non è possibile che Liu Chunling sia morta bruciata, come è stato affermato

Nella scena in cui Liu Chunling è picchiata a morte, possiamo vedere i suoi capelli che bruciano. Ciò significa che il periodo di tempo in cui bruciò fu molto breve – possono essere trascorsi non più di alcuni secondi. Comunque i poliziotti iniziarono a spegnere il fuoco subito. Dato che riuscirono a spegnere le fiamme così velocemente è impossibile che Liu sia morta a causa del fuoco, sarebbero riusciti a spegnere le fiamme prima del colpo fatale.

3. Un articolo del Washington Post rivelò che Liu Chunling non praticava il Falun Gong

Il 4 Febbraio del 2001 il Washington Post pubblicò un reportage investigativo in prima pagina: “Il Fuoco Umano Accende il Mistero Cinese – Il Movente dell'Immolazione Pubblica Intensifica la Campagna contro il Falun Gong.” L'articolo fornì alcuni fatti, inclusi i seguenti:

Liu Chunling non era nativa di Kaifeng e faceva l'accompagnatrice in un nightclub;
Liu Chunling avrebbe picchiato la madre anziana e la giovane figlia per molto tempo;
Nessuno vide mai Liu praticare gli esercizi del Falun Gong.

4. La bottiglia di plastica di sprite, probabilmente riempita di benzina, rimane intatta tra le fiamme

Uno di coloro che si auto-immolarono, Wang Jindong, probabilmente usò una bottiglia di Sprite di plastica verde, riempita di benzina, per versare su di sé la benzina per auto-immolarsi. Nel filmato video, la bottiglia di Sprite è mostrata in mezzo alle gambe di Wang. Una bottiglia di plastica riempita di benzina avrebbe dovuto essere una delle prime cose a bruciare, invece è rimasta intatta tra le sue gambe.


5. Wang indossa vestiti larghi, una maschera di amianto e i capelli sono completamente intatti

Uno sguardo più attento rivela che i capelli di Wang sono ancora relativamente intatti, con una linea dritta in testa. I capelli bruciano in fretta e avrebbero dovuto essere una delle prime cose a bruciare. I suoi vestiti sono larghi come a proteggerlo dalle fiamme. Sembra anche che indossi una maschera di amianto. Tutti notano che la pelle si ustiona in pochi secondi quando l'acqua bollente è versata su di essa, e la bruciatura risultante è estremamente dolorosa; tuttavia la pelle di Wang sembra non essersi danneggiata, anche dopo un fuoco così intenso. Inoltre, quando la benzina brucia, la temperatura può raggiungere oltre 750 gradi Fahrenheit (circa 400 °C). Ma le orecchie di Wang, i capelli e la testa sono ancora completamente intatti dopo l'incidente.

I capelli umani sono altamente infiammabili, bruciano molto velocemente. Difatti i capelli bruciano completamente in pochi secondi se non si estingue immediatamente il fuoco. Comunque, nel video della presunta auto-immolazione, sembra che i capelli di Wang Jindong non abbiano alcun danno da fuoco, mentre la sua faccia appare bruciata e di color grigio cenere. Le fonti che produssero questo video, vollero far credere alla gente che le fiamme bruciarono la faccia di Wang, tuttavia la parte più infiammabile del corpo, i capelli, rimase intatta. In accordo con il reportage, i poliziotti estinsero il fuoco in meno di un minuto. Sarebbe stato impossibile per i capelli evitare un danno totale a causa dell'alta intensità del fuoco del presunto benzina. Un esame attento di questo video mostra anche che la linea dei capelli era molto pulita e rifilata il che non avrebbe potuto essere, essendo egli stato nel fuoco. Inoltre le sopracciglia di Jindong non erano neanche bruciate! Questo fatto dimostra che è impossibile che Wang Jindong si sia dato fuoco. Egli può aver usato il trucco per apparire bruciato. Oppure Wang Jindong può aver usato qualche carburante speciale, come nelle ambientazioni sceniche dei film o del teatro, che gli avrebbe permesso di evitare il danno fisico, fornendo fiamme spettacolari per il video.

6. Gli ufficiali di polizia attendono il segnale per usare la coperta

Nel film della TV Centrale Cinese, vediamo un poliziotto che attende dietro a Wang, mentre egli si siede in piazza Tiananmen. Solo dopo che Wang Jindong grida alcuni slogan il poliziotto lo copre con la coperta estinguente – come se stesse aspettando un segnale. Se fosse veramente una questione di vita o di morte, ci si aspetterebbe che Wang sia coperto immediatamente.

7. Wang é in grado di parlare nonostante il fuoco di benzina sul suo corpo

Le corde vocali di Wang non furono danneggiate dalla temperatura incredibilmente alta del fuoco di benzina. Quando una persona respira aria così calda, subisce ustioni alla lingua, alle corde vocali e anche all'alveo tracheo-bronchiale. Per essere qualcuno il cui corpo è presumibilmente in fiamme, la sua voce sembra essere in buono stato – egli grida a voce alta e chiaramente.

8. Il corpo di Wang Jindong non sembra in fiamme

Nonostante che la Xinhua affermi che il corpo di Wang fosse coperto di fiamme rosse e di fumo, il filmato non lo ritrae in fiamme o nel fumo. Questa incongruenza è aggravata dal fatto che la coperta estinguente non estingue nulla.

9. Nonostante le parole di Wang Jindong la posizione di meditazione non ha alcuna somiglianza con il Falun Gong.

Gli ufficiali governativi dicono che Wang Jindong è un praticante del Falun Gong e che era responsabile per la coordinazione dell'auto-immolazione. Le parole che Wang gridò, sono tradotte con: “Questa Dafa universale è qualcosa che tutti devono attraversare...”

Chiunque abbia studiato il Falun Gong sa che questa affermazione non ha alcun fondamento nel Falun Gong. Nondimeno queste parole e il modo in cui Wang Jindong sedeva sono le basi per cui l'Agenzia per le Notizie della Xinhua afferma che coloro che si sono auto-immolati erano praticanti del Falun Gong. Non ci sono altri fatti che proverebbero ciò. Comunque il modo di sedere di Wang non è caratteristico del Falun Gong.

Il Falun Gong richiede ai praticanti di sedere con entrambe le gambe incrociate, durante la meditazione. Questa posizione è chiamata la posizione di pieno loto. I principianti possono sedere in posizione di mezzo loto, con una sola gamba incrociata, fino a quando non riescono ad avere la flessibilità per sedere in pieno loto. Come possiamo vedere nel video, l'uomo che la Xinhua afferma essere un praticante del Falun Gong, non è nemmeno seduto con una gamba incrociata. I media riportarono che Wang Jindong stava praticando il Falun gong dal 1996. Per qualcuno che pratica da così tanti anni, non è strano non essere in grado di sedere in posizione di pieno loto?

Inoltre Wang sbaglia la più basilare posizione delle mani, chiamata “Jie Yin”, che è la prima posizione in tutti gli esercizi del Falun Gong. Tutti i praticanti del Falun Gong imparano la posizione di Jie Yin congiungendo delicatamente le punte dei pollici. Possiamo vedere che Wang sovrappone i pollici in un modo completamente scorretto.

Wang cercò di dare una spiegazione durante una intervista in Aprile del 2003 alla Xinhua: “Come accesi l'accendino, istantaneamente le fiamme mi investirono – non ebbi tempo per sedermi nella posizione di Dapan, così mi sedetti con una sola gamba incrociata.” Comunque il termine “Dapan” non fa parte del Falun Gong, e Wang non tiene una posizione con una sola gamba incrociata.

Molte persone hanno notato che il modo in cui Wang Jindong siede è esattamente quello di un soldato Cinese. Infatti, in accordo con il portavoce della World Organization to Investigate the Persecution of Falun Gong, una fonte affidabile, dalla Cina, rivelò che la persona nel video era in realtà un ufficiale dell'Esercito di Liberazione Popolare.

10. Il suicido e l'assassinio sono strettamente proibiti nel Falun Gong

Quando la notizia dell'”auto-immolazione” arrivò il 23 Gennaio 2001, i praticanti del Falun Gong in tutto il mondo ebbero immediatamente dei dubbi, semplicemente perchè l'atto viola un principio fondamentale degli insegnamenti: il Falun Gong proibisce l'assassinio e il suicidio.

Nessun autentico praticante del Falun Gong penserebbe di fare una cosa come l'auto-immolazione. Infatti, si scoprì che le persone che inscenarono la messa in scena dell'auto-immolazione, non erano praticanti, e che non c'era alcuna informazione valida o confermata che i praticanti del Falun Gong avessero commesso assassini o suicidi prima o dopo questo evento.

Al contrario i praticanti del Falun Gong devono sopportare e accettare i problemi quotidiani in modo distaccato. Consideriamo che la Cina ha uno dei più alti livelli di suicidi al mondo. Un grande numero di condivisioni di esperienze di praticanti, spedite al sito Clearwisdom, descrivono molte persone che non hanno speranza nella loro vita, prima di imparare il Falun Gong. Dopo essere diventati praticanti scoprono un nuovo senso di speranza e ottimismo e iniziano a vedere i loro problemi come prove da superare. Questo è un fenomeno comune. Con decine di milioni di praticanti in Cina e all'estero, il Falun Gong ha attualmente salvato numerose vite.

(continua)

(*) GLOSSARIO

1. L' “auto-immolazione di piazza Tiananmen” è un incidente, avvenuto in piazza Tiananmen nel gennaio 2001, in cui quattro persone si diedero alle fiamme e il Partito Comunista Cinese affermò che erano praticanti del Falun Gong; a tutt'oggi l'evidenza del video smentisce fortemente queste affermazioni.

Versione inglese: http://www.clearharmony.net/articles/201110/57038.html

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.