Parlamentare Canadese: "Nessuno potrà mai giustificare il prelievo di organi"

(Minghui.org) Mentre emergono le prove sui crimini dell'espianto di organi su praticanti vivi del Falun Gong da parte del Partito Comunista Cinese, sempre più persone esprimono la loro indignazione. Il Membro del Parlamento Provinciale dell'Ontario, il signor Randy Hillier, ha rilasciato un'intervista e ha detto, "L'espianto di organi su persone non consenzienti è offensivo nel modo più atroce. Nessuno potrà mai tollerare questo tipo di pratica".

Parlamentare dell’Ontario Hillier Randy: Nessuno potrà mai giustificare l'espianto di organi

Da quando il crimine del prelievo di organi su praticanti vivi del Falun Gong da parte del Partito Comunista Cinese è stato esposto nel 2006, l’avvocato dei diritti umani David Matas e l'ex Segretario di Stato canadese David Kilgour (Asia-Pacifico) hanno svolto indagini indipendenti e hanno trovato più di cinquanta elementi di prova che indicano che migliaia di praticanti del Falun Gong sono stati vittime di espianti di organi. Il signor Hillier ha detto: "Sappiamo che le prove sono numerose e schiaccianti. Considero un crimine contro l'umanità che delle persone vengano giustiziate e uccise in modo da poter rifornire il mercato degli organi. Sappiamo che la maggior parte, se non tutte, le vittime sono praticanti del Falun Gong. Abbiamo bisogno di aumentare la consapevolezza nel nostro sistema sanitario sull'esistenza di una pratica del genere".

Per quanto riguarda coloro che vogliono andare in Cina per un trapianto d'organo, il signor Hillier ha detto: "Se sapessero che delle persone vengono uccise a questo scopo, questa pratica cesserebbe sicuramente. Quindi, penso che la consapevolezza sia un elemento importante. Dobbiamo assicurarci che la gente nel nostro sistema sanitario lo sappia".

Ha aggiunto: "Speriamo che ci siano molte persone anche all'interno del partito comunista che vedano questa pratica come un crimine orribile contro l'umanità e verso i propri cittadini. Per le persone che vivono in Cina, la libertà non c'è. La democrazia non c'è. La giustizia non c'è. Vivono in un sistema con molti vincoli. Sebbene ci sia stato un miglioramento e un’apertura, sembra che ci sia più scelta economica, ma la morale, la coscienza, il senso di giustizia e le scelte sociali sono ancora molto controllate, guidate e regolamentate dal governo centrale".

Tuttavia, il signor Hillier vede speranza per la Cina. Ad esempio, durante la manifestazione di piazza Tiananmen, "La gente ha dimostrato la sua indignazione contro le attività del governo. Nessun governo è in grado di sopportare l'opposizione pubblica, non importa quanto siano ben armati. Gandhi ha detto: 'Non appena ci alziamo, loro devono cadere'. Stiamo assistendo ad una crescita sempre maggiore di persone che hanno il coraggio di alzarsi in piedi e dichiarare la loro opposizione alle ingiustizie. Credo che questo continuerà. Tutti nel mondo trarranno beneficio quando i cinesi avranno il coraggio di opporsi all'ingiustizia e all'attività atroce dell'espianto di organi. La Cina sarà un posto migliore e il popolo sarà libero e prospero".

Il signor Hillier ha detto che quando aumenteranno i cinesi che beneficerano della libertà e incoraggiamento a farsi avanti, anche più persone all'interno del partito saranno incoraggiate a farsi avanti. "Anche queste lotte e conflitti interni aumenteranno ... mi piacerebbe vedere il partito comunista disintegrato come l'Unione Sovietica. Il popolo cinese ha visto il progresso della libertà economica. La transizione sarebbe più veloce rispetto che in Unione Sovietica ... mi piacerebbe vedere la transizione accelerare".

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.