Canada, Montreal: Si commemora l’Appello del 25 Aprile

(Minghui.org) Vento improvviso e grandine hanno immerso Chinatown a Montreal, nel pomeriggio del 20 aprile 2013. I tabelloni sbattevano al vento e la grandine ha bersagliato i praticanti della Falun Dafa seduti a terra, tuttavia nessuno di loro si è mosso per mettersi al riparo. Sembrava quasi una metafora del 14mo anno della persecuzione del Falun Gong, con cui il Partito comunista cinese ha cercato di sradicare la pratica, ma i praticanti del Falun Gong hanno sempre pacificamente resistito alla persecuzione illegale e aiutato le persone di tutto il mondo ad aumentare la propria consapevolezza.

Praticanti della Falun Dafa nella Chinatown di Montreal, fanno appello ai Cinesi affinchè riconoscano la natura malvagia del Partito Comunista Cinese e aiutino a porre fine alla persecuzione.

Da 14 anni, il Partito Comunista Cinese reprime brutalmente il Falun Gong, oltre a continue menzogne ​​e propagande diffamatorie. Ma una menzogna non potrà mai essere più forte della verità. Con il persistente chiarimento della verità, un vasto numero di cinesi si è risvegliato dalle menzogne ​​e hanno annunciato pubblicamente le loro dimissioni dal Partito Comunista Cinese e dalle sue organizzazioni affiliate. Il crollo del Partito comunista cinese è inevitabile.

Un cinese d'oltremare, il signor Zhang, ha detto, "Il Partito comunista cinese dovrà andarsene. Questo è inevitabile. È una cosa sicura. Il Partito Comunista non cambierà mai in meglio. È malvagio nel cuore”. Ha espresso il suo rispetto verso i praticanti del Falun Gong per i loro decennali sforzi.

"È solo una questione di quando crollerà, accadrà più velocemente quanto più rapidamente verrà esposta la sua natura malvagia e la verità, come il prelievo di organi su praticanti del Falun Gong e sulle torture nel campo di lavoro forzato di Masanjia. Se li esponiamo, crollerà presto. I comunisti dicono una cosa, ma poi fanno il contrario. Uccidono, e poi nascondono. Producono notizie inventate per ingannare il popolo. Fanno sempre il contrario di quello che promettono. Ad esempio, hanno detto di aver liberato il paese, ma in realtà hanno reso schiavo il paese, hanno promesso di dare ai cinesi la libertà di pensiero e di parola, ma hanno fatto il lavaggio del cervello alla gente. Hanno detto che hanno salvato le persone dallo sfruttamento dei capitalisti e dei proprietari terrieri, ma alla fine il partito comunista è diventato il più grande capitalista".

Il signor Su dalla Cina ha detto: "Dall’appello del 25 aprile all’attuale decennale resistenza pacifica alla persecuzione, so che i praticanti del Falun Gong sono persone veramente valide. Credo che sia perché seguono i principi di Verità, Compassione e Tolleranza. Hanno sopportato tanto per mantenere la loro fede".

Ha ricordato i recenti articoli sulle torture che hanno avuto luogo nel campo di lavoro forzato di Masanjia, "I portavoci del Partito comunista cinese hanno recentemente esposto le torture di Masanjia. Ma hanno poi cercato di negare tutto e dicono che questo è dovuto alla 'grave negligenza del dovere'. No, questo non è inadempimento al dovere. La verità è molto peggio di quello che raccontano".

Il signor Su ha invitato i cinesi a non nutrire alcuna speranza che il Partito comunista cinese possa diventare migliore.

Al raduno, molti cinesi hanno approfittato dell'occasione per dimettersi dal Partito Comunista Cinese e dalle sue organizzazioni affiliate. Un uomo di 50 anni che aveva accompagnato un anziano alla stazione degli autobus, ha visto il raduno e dopo aver ascolto alcune informazioni, si è dimesso immediatamente dal PCC.

Un altro cinese arrivato in Canada poco tempo fa, si è diretto direttamente al tavolo delle dimissioni dal PCC e ha chiesto di dimettersi dai Giovani Pionieri (un organizzazione affiliata al PCC). Dopo aver completato la scheda di dimissioni utilizzando uno pseudonimo, ha preso copie di vari materiali di chiarimento della verità e ha subito iniziato a leggerli.

Un praticante ha offerto una copia dei Nove Commentari sul Partito Comunista ad una coppia cinese che camminavano nei pressi del raduno. Hanno detto che avevano già letto il libro e si erano già dimessi dal PCC e dalle sue organizzazioni affiliate. Mentre si allontanavano, hanno detto, "Vi sosteniamo!"

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.