Tianjin: Uomo in pessime condizioni di salute dopo uno sciopero della fame di oltre otto mesi

(Minghui.org) Il 22 dicembre 2016 un uomo della città di Tianjin, che ha fatto lo sciopero della fame per oltre otto mesi, non è stato in grado di riconoscere i suoi familiari quando sono andati a trovarlo in carcere.

Il 14 aprile 2016 il signor Hua Lianyou è stato arrestato per aver rifiutato di rinunciare al Falun Gong, una disciplina spirituale perseguitata dal regime comunista cinese. Dopo alcune ore la polizia l'ha inviato direttamente nel carcere di Binhai senza prima sottoporlo ad un regolare processo.

Non appena è stato ammesso alla prigione, il praticante ha iniziato a fare lo sciopero della fame per protestare contro la detenzione illegale (*), di conseguenza le guardie l'hanno alimentato con la forza con dell'acqua al peperoncino e l'hanno regolarmente torturato.

La sua salute è rapidamente peggiorata. Quando il 24 novembre sua moglie e sua figlia gli hanno fatto visita, ha dovuto essere portato nella sala degli incontri con la sedia a rotelle. L'uomo ha raccontato loro i maltrattamenti subiti nell'ospedale della prigione dal 25 agosto al 25 ottobre. Le guardie gli versavano dell'acqua fredda su tutto il corpo e poi puntavano contro il ventilatore acceso, inoltre gli impedivano di dormire.

Quando poi il 22 dicembre sua moglie e sua figlia sono tornate a trovarlo, sono rimaste affrante nel costatare che non rispondeva più alle domande che gli rivolgevano. Per tutta la durata dell'incontro non ha mai aperto gli occhi mentre raccontava ripetutamente di come era stato alimentato con la forza e picchiato.

Le guardie hanno rifiutato di rilasciarlo su cauzione nonostante la richiesta della moglie. La donna è adesso in procinto di assumere un avvocato per chiedere giustizia contro la prigione e sta chiedendo alla comunità internazionale di prestare attenzione al caso di suo marito.

Questa non è la prima volta che il signor Hua viene preso di mira per la sua fede. Nel 2001 è stato arrestato e condannato a cinque anni di carcere. Il 24 aprile 2012 è stato nuovamente arrestato e gli è stata inflitta una pena di sette anni di prigione, tuttavia è stato rilasciato il 28 gennaio 2014 dopo aver fatto lo sciopero della fame per seicentodiciassette giorni.

Nel giugno 2015 ha presentato una denuncia penale contro Jiang Zemin, accusando l'ex dittatore cinese di aver ordinato la persecuzione del Falun Gong, che ha causato le sue incarcerazioni. Nell'aprile 2016 è stato arrestato ancora una volta dalla polizia locale e tenuto prigioniero. La sua famiglia non è mai stata informata di quale sia esattamente l'entità della sua condanna.

Articoli correlati:

I Wish Falun Gong Practitioners the Best as Darkness Ends

Nearly Tortured to Death in Prison Twice, Falun Gong Practitioner Sues Former Chinese Dictator

Practitioner Hunger Strikes for 500 Days to Protest His Incarceration - 8,000 Sign Petition for His Release

Mr. Hua Lianyou's 500 Days on Hunger Strike; Wife Denied Visitation Rights

Mr. Hua Lianyou in Critical Condition and Family Visitation Forbidden (Photo)

Tianjin: Migliaia di firme per salvare il signor Hua Lianyou

Mr. Hua Lianyong and Wife Ms. Tian Zongli Arrested Again

Mr. Hua Lianyou's Hunger Strike to Protest Illegal Detention Has Lasted over 30 Days

Mr. Hua Lianyou from Tianjin on Hunger Strike to Protest Another Arrest and Prison Term

Falun Gong Practitioner Mr. Hua Lianyou on Hunger Strike for Twelve Months

(*) GLOSSARIO

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.