Gran Bretagna: Dichiarazione dell’Associazione Falun Gong della Gran Bretagna sul campo di concentramento di Sujiatun

La dichiarazione che segue è stata letta da Peter Jauhal, portavoce dell’Associazione Falun Gong della GB il 13 Marzo in una conferenza stampa tenutasi di fronte l’Ambasciata cinese a Londra. La conferenza stampa è stata organizzata per esporre la recente notiza dell’esistenza di un campo di concentramento a Sujiatun dove gli organi dei praticanti del Falun Gong vengono asportati per essere venduti al mercato nero. Per maggiori informazioni su Sujiatun, vedi http://it.clearharmony.net/articles/200603/2292.html

Da quando il processo di Norimberga si è chiuso nel 1946 condannando gli ufficiali Nazisti responsabili dell’olocausto, la speranza commune è stata quella di non rivedere campi di concentramento come quelli di Auschwitz, Buchenwald e Dachau. L’orrore è che dei campi sono al momento esistenti in Cina.

Abbiamo ricevuto delle notizie scioccanti e dettagliate da un insider del PCC che documenta l’esistenza di un campo di concentramento in cui sono rinchiusi i praticanti del Falun Gong a Shenyang, nella provincia di Liaoning.

A quanto pare più di 6000 praticanti del Falun Gong vi sono stati rinchiusi e nessuno è mai uscito vivo. Secondo la fonte, all’interno c’è un crematorio e vi lavorano molti medici incaricati di estrarre gli organi dei praticanti per essere poi rivenduti per profitto. I praticanti del Falun Gong vengono uccisi per rivenderne gli organi ad un prezzo elevato sul mercato.

Situato nel quartire di Sujiatun, il campo è circondato da muri alti tre metri con recinzioni elettriche. È ben fortificato e strettamente segreto, tanto che nemmeno gli abitanti ne conoscono l’esistenza. I prigionieri sono i praticanti del Falun Gong provenienti dalle province del centro est e centrali, si dice che molti vi siano stati trasferiti da altri campi di lavoro.

Tutto ciò è terrificante e conferma la nostra paura che il PCC per eradicare il Falun Gong sia disponsto ad usare qualsiasi misura. Vogliamo chiarire che la persecuzione non si è conclusa, anzi è peggiorata e più nascosta. Se i praticanti vengono mandati in questo campo non hanno speranza di uscirne vivi. Visto l’alto profitto dello scambio di organi in Cina al PCC non bastano le esecuzioni arbitrarie che già fa ma si serve dei corpi dei praticanti del Falun Gong.

Testimonianze sui campi di concentramento in Cina sono svelate da diversi anni. Il primo ottobre 2000 l’Agenzia Gionalistica francese riportava già di due campi di concentramento, costruiti apposta per i praticanti del Falun Gon. Nell’ ottobre 2000 un articolo su Minghui.net dichiarava che un campo di concentramento era stato costruito per i praticanti in una regione remota del nort ovest, nella provincia di Xinjiang. Articolo confermato da testimoni che avevano visto dei praticati portati nel campo.

Le notizie sui campi segreti sono nascoste e nessuno ne è mai uscito vivo. I media e governi internazionali devono riporre le loro attenzioni su ciò che sta accadendo e prendere attivamente delle misure per investigare su questi campi in modo da fermare questa barbarie. Chiediamo tutti i tipi di supporto alle organizzazioni internazionali. La Cina deve essere rivelata. Se questo è il prezzo che le persone stanno pagando per il nostro silenzio è estremamente tragico.

Here is the article in English language:
http://en.clearharmony.net/articles/a31963-article.html

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.