La polizia della Provincia di Henan costringe all’aborto di un feto di 9 mesi

Il praticante del Falun Dafa Song Zhenling della contea di Huaiyang, provincia di Henan, e sua moglie Wang Guijin sono entrambi trentenni. La polizia della substazione di Lutai costrinse Wang Jingui ad abortire il feto di già 9 mesi. La Sig.ra Wang era stata ammessa alla Stazione Tecnica di Guida al Parto della contea, e posta sotto la sorveglianza di 24 ore di 4 poliziotti.

Nel 2000 la coppia era stata detenuta nel Centro di Detenzione della contea di Huaiyang perché erano andati a Pechino per fare appello. Più tardi i familiari li fecero rilasciare. Lasciarono casa per evitare un altro arresto e si trasferirono nell’abitazione di un altro praticante, ma furono arrestati dopo una retata in casa della polizia nel 2001. Fecero sciopero della fame e finalmente dopo 29 giorni furono rilasciati. Dopo la liberazione dovettero rimanere senza casa per evitare di essere nuovamente arrestati illegalmente, e vissero vendendo tofu nella contea di Dancheng.

Il 24 febbraio 2004, molti centri con il materiale sulla chiarificazione del Falun Dafa nella regione di Zhoukou videro l’irruzione della polizia. Il 26 febbraio la polizia della contea di Dancheng li arrestò insieme al figlio di 4 anni. La polizia trovò i libri del Falun Dafa e un computer con appunti nella loro casa e sospettò che il loro fosse un centro che serviva da interconnessione. Furono mandati di nuovo al centro di detenzione. Il Sig. Song Zhenling è in sciopero della fame da ormai 200 giorni e la sua vita è in pericolo. La Sig. Wang Guijin è stata pure in sciopero della fame per 22 giorni e stava quasi morendo. Il centro di detenzione la rilasciò (con suo figlio) per paura di essere la causa della loro morte.

Dopo un mese, l’”Ufficio 610” della contea e la polizia andarono nella loro casa per arrestarla, ma fallirono. Al suo posto arrestarono il padre e altri parenti. Il padre fu sentenziato ad un anno di prigione per il crimine di “nascondere criminali”. Gli altri parenti furono rilasciati con una cauzione di molte migliaia di yuan. Il vice direttore della stazione di polizia della contea disse “ Se non possiamo arrestare lei arresteremo tutti quelli che troveremo, non importa se sono adulti o bambini”.

La polizia l’arrestò di nuovo e la rinchiuse nel centro di detenzione. Scoprirono che era incinta e la rilasciarono. L’”Ufficio 610” della contea istruì la polizia di controllarla. Il direttore della substazione di Lutai aveva paura di non riuscire a torturare la Sig.ra Wang dopo la nascita del bambino, quindi ebbe l’idea di forzarla ad abortire, usando la scusa del controllo sulle nascite. [Nota: la Cina ha ancora in atto lo statuto di un bambino per coppia ]. La Sig.ra Wang fece del suo meglio per resistere alle torture, molti poliziotti premevano con forza verso il basso il suo ombelico per forzare il bambino ad uscire, e lo uccisero durante questo processo.

La Sig.ra Wang viene ancora controllata da vicino nella Stazione Tecnica di Guida al Parto della contea. La polizia sta aspettando la fine del periodo di ricovero di un mese per riportarla al centro di detenzione per continuare a torturarla.

Il telefono della substazione di polizia di Lutai è: 86-394-2951066.

Il telefono del direttore Dai Zhengyun della substazione di polizia di Lutai è: 86-1390-3943197(cellulare).

Versione cinese disponibile a http://www.minghui.ca/mh/articles/2004/8/26/82663.html
Versione inglese disponibile a http://clearharmony.net/articles/200409/21844.html

Here is the article in English language:
http://en.clearharmony.net/articles/a21844-article.html

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.