Changchun (Cina): 5000 praticanti arrestati a marzo, praticanti uccisi quasi quotidianamente

Dopo che una trasmissione sul Falun Gong è stata trasmessa via cavo nella TV di Changchun, il 5 marzo, la polizia della provincia di Jilin sta dando la caccia su larga scala ai praticanti del Falun Gong.

Intanto i poliziotti hanno rapito e sequestrato due praticanti (donne) di Changchun, Zhou Runjun ( 51anni) e Li Yanmei ( 40 anni), poiché si crede che siano state loro a manipolare il cavo della televisione. Secondo fonti interne al governo cinese, Jiang Zemin ha ordinato che siano condannate a morte.

Da fonti interne abbiamo appreso che fino ad oggi, solamente a Changchun, sono stati rapiti e sequestrati almeno 5.000 praticanti; che almeno 100 sono stati uccisi nelle ultime due settimane e la maggior parte dei corpi vengono segretamente cremati dalla polizia.

La situazione per i praticanti di Changchun è molto difficile. Siamo anche venuti a sapere che qualche giorno fa un praticante cinese degli Stati Uniti è stato rapito a Changchun e che è stato scortato a Pechino per essere processato come spia. Incoraggiamo i praticanti delle altre regioni e degli altri paesi che sentono queste notizie di utilizzare tutti i modi appropriati per soccorrere urgentemente i praticanti di Changchun.

Delle fonti interne in Cina affermano che tutti i giorni nei centri di detenzione e durante le “lezioni” di lavaggio del cervello fatte dai funzionari del tristemente noto “ufficio 610” - per esempio nella Scuola Agraria della città di Xinglong Shan - dei praticanti muoiono a causa delle torture

Ecco alcuni casi di cui abbiamo avuto notizia:

1. Il mattino del 23 marzo, nella città di Changchun, un gruppo di poliziotti ha tentato di arrestare un praticante della Dafa in un edificio residenziale vicino alla Nanhu Road. Il praticante ha resistito e ha gridato rivolto ai passanti: “Il Falun Dafa è buono!”, “Seguire i principi di Verità, Compassione e Tolleranza non è un crimine!” e “Ristabilite la reputazione della Dafa!” I poliziotti sono saliti fino al suo appartamento e hanno forzato il praticante a saltare dal quinto piano. I poliziotti non hanno fatto nulla per salvarlo, ma anzi hanno fatto passare più di 20 minuti per scattare delle foto prima di prenderlo e portarlo via. Lo stato del praticante è sconosciuto.

2. Il 22 marzo nella città di Yushu un praticante è morto dopo essere caduto da un edificio. E’ in corso un’inchiesta per conoscere i dettagli dell’accaduto.

3. Il 22 marzo nella città di Nongan, uno o più praticanti sono stati uccisi mentre venivano scortati in un furgone della polizia.

4. Il 21 marzo nella città di Changchun un praticante è caduto dal sesto piano dell’edificio del posto di polizia della città. Le sue condizioni sono sconosciute e i dettagli sono in corso di verifica.

Da fonti interne abbiamo appreso che la maggior parte dei corpi vengono cremati segretamente dalla polizia ed è difficile confermare sia l’identità che il numero delle vittime. Secondo alcuni esperti, la ragione principale per le intensificate persecuzioni nei confronti dei praticanti del Falun Gong di Changchun è la continua pressione esercitata dal presidente Jang Zemin. Sembra tuttavia che tra la polizia e l’ufficio “610” locale ci siano delle persone che vorrebbero trarre vantaggi da questa opportunità per avere delle promozioni e ciò peggiorerebbe la situazione.

Simili atrocità a Changchun succedono spesso e in Cina, tuttavia, i media ufficiali deformano i fatti diffamando il Falun Gong, dicendo che le morti causate dalle torture dei poliziotti o i tentativi delle vittime di scappare saltando dagli edifici, sono dei suicidi.
**********
Lo sfondo

Il Falun Gong, noto anche come Falun Dafa, è una pratica di esercizi e meditazione, il cui insegnamento è basato sui principi universali di "Verità-Compassione-Tolleranza". È una pratica che è stata insegnata segretamente per migliaia di anni prima di essere stata resa pubblica nel 1992 dal Signor Li Hongzhi. Il Falun Gong ha radici nella cultura cinese tradizionale, ma è distinto e separato da altre pratiche in Cina, come le religioni buddista e taoista. Fin dalla sua presentazione, nel 1992, si è rapidamente diffuso con il passa parola in tutta la Cina, ed è ora praticato in più di 50 Paesi.

Con una stima del governo di circa 100 milioni di praticanti del Falun Gong, il presidente cinese Jiang Zemin, ha messo fuorilegge questa pratica pacifica nel Luglio 1999, spaventato da qualsiasi cosa che tocchi i cuori e le menti di più cittadini di quanto faccia il Partito Comunista. Incapace di spezzare lo spirito di milioni di persone che hanno sperimentato il miglioramento della salute e cambiamenti positivi della vita dovuti al Falun Gong, il regime di Jiang ha intensificato la sua campagna di propaganda per rovesciare l'opinione pubblica contro la pratica, mentre tranquillamente imprigionava, torturava e perfino uccideva coloro che la praticavano.

Il Centro Informazioni della Falun Dafa ha verificato in dettaglio oltre 375 morti da quando è iniziata la persecuzione del Falun Gong nel Luglio 1999. Fonti interne al governo cinese, tuttavia, riportano che la lista dei morti è di oltre 1600. Più di 100.000 sono stati detenuti, con più di 20.000 condannati senza giudizio ai campi di lavoro forzato.

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.