Un convegno per denunciare le persecuzioni religiose e politiche in Cina - Lega Nord

Comunicato Stampa
 

Bèrghem, 21.06.2007

L’altra faccia della Cina: gigante economico, mostro sociale. Questo è il tema del convegno organizzato dalla Sezione Cittadina di Bergamo della Lega Nord in collaborazione con la Segreteria Provinciale, che si terrà lunedì 25 Giugno alle ore 20.30 presso la Sala Scuderia di Via Borgo Palazzo (pressi Piazza S. Anna).

Interverranno il Prof. Erping Zhang Portavoce del Falun Gong, disciplina spirituale perseguitata dal governo di Pechino, il Prof. David Matas Avvocato Diritti Umani, autore del rapporto (presentato a Settembre al Congresso degli Stati Uniti) sull’espianto illegale di organi umani praticato in Cina ai perseguitati del Falun Gong ed il Sen. Leghista Dario Galli Membro della XI Commissione del Senato - Lavoro e Previdenza Sociale .

All’incontro parteciperanno, inoltre, l’Associazione Italia-Tibet ed i Consiglieri Comunali del Carroccio Luciana Frosio Roncalli e Guglielmo Ridondi che, in occasione della giornata mondiale del rifugiato di mercoledì 20 giugno, vogliono ricordare al Sindaco Bruni che esiste anche il grosso problema dei diritti inviolabili calpestati dal governo cinese e viene sottaciuto forse causa di rapporti commerciali ed economici troppi.

“E’ un convegno per far conoscere ai Cittadini Bergamaschi e non solo cosa accade nella dittatura comunista della Repubblica Popolare Cinese, ossia, continue e sottaciute persecuzioni nei confronti dei suoi stessi Cittadini attraverso la negazione delle libertà individuali. E’ necessario e utile che questi fatti non passino sotto silenzio bensì devono essere denunciati per attivare il mondo politico affinché questo possa ridare la libertà a queste persone. Insieme a questo c’è da ricordare anche l’oppressione del governo cinese nei confronti della popolazione Tibetana iniziata nel 1950 con l’invasione e la colonizzazione del Tibet. La Lega Nord da sempre è vicino a questa Nazione che lotta per la propria libertà ed indipendenza.”, afferma Redondi.

“La Cina che ospiterà le Olimpiadi del 2008, evento sportivo che incarna al massimo valori di pace e uguaglianza, è colpevole dei maggiori crimini contro i diritti umani. - chiosa la capogruppo del carroccio a Palafrizzoni che aggiunge - Il governo cinese si è frequentemente macchiato di violazioni dei diritti umani nei confronti di minoranze etniche e religiose e dissidenti politici, e in Cina vengono applicate gravi limitazioni alla libertà di informazione, di parola e persino alla libertà di movimento dei Cittadini. Oltre la tragedia avvenuta in Piazza Tiananmen il 4 giugno 1989, in cui persero la vita un numero imprecisato di manifestanti, ricordo la persecuzione e gli arresti avvenuti lo scorso anno di nove preti cattolici, "colpevoli" di pregare in luoghi e modi non consentiti o non "riconosciuti" dal governo.”

Nel corso del convegno verrà annunciata la richiesta, che faranno i due Consiglieri Comunali della Lega Nord all’Amministrazione di centro-sinistra, inerente l’esposizione permanente nella Sala del Consiglio Comunale della bandiera nazionale del Tibet come opera di pressione nei confronti del governo cinese affinché conceda al territorio Tibetano uno status di piena autonomia.

L’Ufficio Stampa
LEGA NORD - LEGA LOMBARDA
per l'Indipendenza della Padania

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.