Chongqing: Il signor Fei Mingyan perseguitato nella Prigione di Yongchuan della città di Chongqing

Il praticante Fei Mingyan, circa 38 anni, proveniva dal villaggio di Jingguan nel distretto di Beipei, città di Chongqing. E’ stato perseguitato per molti anni ed è stato costretto a rimanere lontano da casa. E’ ritornato a Chongqing per lavorare per una fabbrica in Qingmuguan all'inizio del 2008, ma il 18 marzo, è stato arrestato da agenti dell’Ufficio 610 (*) del distretto di Beipei. Allora è stato sentenziato a sei anni di reclusione e incarcerato nel Quattordicesimo Reparto della Prigione di Yongchuan. Mentre si trovava in prigione, il signor Fei è stato picchiato duramente perché si è rifiutato di indossare l'uniforme per la “rieducazione attraverso il lavorio”, causandogli tagli e contusioni su tutto il corpo. Inoltre è stato costretto a trasportare carbone.

Il signor Fei ha sofferto di una malattia di cuore reumatica seria quando era giovane. I suoi arti erano magre, piccole e deboli e non poteva allungare facilmente le dita. Non poteva camminare bene e faceva costantemente uso di farmaci.

Il signor Fei è entrato in contatto con ed ha cominciato a praticare il Falun Gong nel 1995. Sia la sua condizione mentale sia la salute fisica sono migliorate. Ha aperto un negozio per riparare motocicli, che gli ha fornito abbastanza reddito per sostenere le spese universitarie dei suoi due fratelli. Inoltre ha invitato i suoi genitori nella città di Chongqing per vivere con lui.

Dal momento in cui il Partito Comunista Cinese ha cominciato la persecuzione del Falun Gong nel 1999, la famiglia del signor Fei è stata tormentata frequentemente ed ha vissuto nel timore costante. Nel 2001, il signor Fei è stato arrestato e sentenziato a tre anni di lavori forzati. Il suo negozio è stato preso dalla Fabbrica di Changan e il suo inventario è stato liquidato con una perdita di oltre 30.000.000 yuan (*).

Durante la sua detenzione nel Campo di lavoro forzato Xishanping nella città di Chongqing, il signor Fei è stato brutalmente picchiato, torturato e ricoverato in ospedale molte volte. Secondo alcuni membri della sua famiglia, hanno dovuto dare soldi o regali alla polizia ogni volta che gli hanno fatto visita.

Dopo il suo rilascio, il signor Fei è stato seguito costantemente e molestato. È stato costretto a cambiare frequentemente il lavoro. Ha lavorato in un ristorante, è stato assunto per lavori di breve durata ed ha lavorato per una fabbrica. Nel giugno 2007, è stato arrestato dalla polizia a casa sua affittata a Daping nella città di Chongqing ed è stato portato in un centro per il lavaggio del cervello. E’ scappato il giorno seguente ed è andato a Chengdu (una città a 100 miglia da Chongqing), dove ha soggiornato e ha lavorato. Non ha potuto vedere suo padre quando quest’ultimo è scomparso.

(*) GLOSSARIO

Versione cinese: http://minghui.ca/mh/articles/2009/5/16/200996.html

Here is the article in English language:
http://en.clearharmony.net/articles/a49603-article.html

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.