Qin Shubao – Il fiero e coraggioso guerriero della dinastia Tang

Qin Shubao – Il fiero e coraggioso guerriero della dinastia Tang - Illustratore Catherine Chang

Qin Shubao, conosciuto anche con il nome di Qin Qiong, era un audace guerriero della dinastia Tang. Fu riconosciuto come uno dei 24 eroi che fecero nascere la dinastia Tang.

Dopo aver servito come giovane soldato la dinastia Sui, Qin Shubao attirò l’attenzione del suo generale grazie alla sua audacia in battaglia e la sua integrità in servizio. Fu presto promosso come comandante di una piccola squadra.

L’esercito nel quale prestava servizio, fu una volta affrontato da forze ribelli cinque volte più numerose di loro. Per vincere la battaglia, il generale decise di orchestrare una trappola con una falsa ritirata e lanciando un piccolo gruppo di guerrieri scelti verso la base nemica mentre la maggior parte dei ribelli erano impegnati nell’inseguimento della ritirata. Affrontando la difficile e critica responsabilità di comandare il gruppo di guerrieri scelti, Qin Shubao fu uno dei due volontari a contraddistinguersi durante l’attacco.

Il piano ebbe successo quando la squadra di Qin Shubao riuscì a conquistare la base e a dargli fuoco dopo una sanguinosa e feroce battaglia. Le forze ribelli subirono una sconfitta fatale quando cercarono di ritornare per salvare la propria base e Qin Shubao fece conoscere il suo coraggio e fu promosso ad alto comandante.

Così Qin Shubao entrò nell’esercito Tang e servì come avanguardia militare preferita del principe Li Shimin, il quale divenne più tardi l’imperatore Taizong della dinastia Tang. Si racconta che una volta il principe venne schernito e Qin Shubao si lanciò verso le truppe nemiche con immensa furia; i nemici furono così spaventati che gli aprirono la strada sino al generale delle truppe stesse che venne sgozzato da Qin Shubao.

Un’altra famosa storia su Qin Shubao èsoprannaturale. Si racconta che l’imperatore Taizong fosse inseguito dal fantasma della guerra. Qin Shubao insieme ad un altro audace guerriero si offrì volontario per sorvegliare il cancello del palazzo di notte e spaventare così il fantasma. Sembrò funzionare ed allora l’imperatore ordinò ad un pittore di riprodurre l’immagine dei due a guardia del cancello. Pian piano le persone comuni cominciarono a fare lo stesso ed i loro ritratti furono considerati come gli Dei protettori delle case sino ai giorni nostri.

Qin Shubao si ammalò seriamente poco dopo essere stato nominato generale a capo dell’esercito. Accettò con tranquillità il suo destino e disse, “Ho trascorso la mia intera vita nell’esercito, combattendo più di 200 battaglie. Come non potrei essere ammalato con tutte queste ferite sul mio corpo”.

L’imperatore Taizong fece commissionare una statua di lui a cavallo come riconoscimento delle sue superbe gesta militari.

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.