Circa 10.000 praticanti del Falun Gong presentano accuse penali contro l’ex dittatore Jiang Zemin

(Minghui.org) Con l’arrivo del 20 luglio, giorno in cui l’ex dittatore cinese Jiang Zemin lanciò la violenta repressione del Falun Gong, i praticanti stanno cercando pacificamente di contrastare la persecuzione presentando denunce penali all’Alta Corte per le sue azioni criminali per consegnare Jiang alla giustizia.

L‘ondata di cause aumenta giorno dopo giorno. Tra il 27 maggio e 18 giugno il sito web Mingui ha ricevuto le copie delle denunce penali mandate da 9.748 praticanti della Cina e di altri paesi.

Nella sola settimana dal 12 al 18 di giugno, 5.761 praticanti hanno presentato accuse contro Jiang. Di queste 3.282 sono state accolte dalla Suprema Corte popolare e dalla Suprema Procura del Popolo.

Accuse contro l’ex dittatore Jiang Zemin in crescita

Tra il 27 maggio e 18 giugno 2015 un totale di 9.748 praticanti del Falun Gong hanno presentato denunce penali contro Jiang per contrastare la campagna di persecuzione

I 9.748 praticanti che hanno fatto causa a Jiang vengono da più di 1.400 luoghi diversi tra paesi e città, da 29 provincie autonome, regioni e municipi in Cina, come pure dagli Stati uniti, Canada, Australia, Francia, Inghilterra, Malesia, Tailandia, Giappone e Corea del Sud.

Le cinque provincie dove la persecuzione è stata più severa, come le provincie di Hebei, Heilongjiang, Liaoning, Jilin e Shandong, hanno anche registrarato il maggior numero di cause contro Jiang.

Antefatti

Nel 1999 Jiang Zemin, come capo del Partito Comunista Cinese, scavalcò gli altri membri del Comitato centrale del Politburo e lanciò una violenta repressione del Falun Gong.

In questi 16 anni dal suo inizio la persecuzione ha portato alla morte di molti praticanti del Falun Gong. Molti sono stati torturati per il loro credo e molti uccisi per i loro organi. Jiang Zemin è il diretto responsabile dell’inizio e del proseguimento della brutale persecuzione.

Sotto la sua personale direzione il Partito Comunista Cinese il 10 giugno 1999 ha istituito un organo di sicurezza extralegale: l’ ”Ufficio 610”. Questa organizzazione scavalca i controlli delle forze di polizia e del sistema giudiziario nell’ eseguire le direttive di Jiang sul Falun Gong di: “Rovinare la loro reputazione, tagliare le loro risorse economiche e distruggerli fisicamente”.

La legge cinese permette ai cittadini di essere denuncianti nelle cause per azioni criminali, e molti praticanti stanno esercitando i loro diritti nel presentare denunce penali contro l’ex dittatore.

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.