Lasciar andare le vecchie nozioni durante l'ondata di denunce contro Jiang Zemin

(Minghui.org) L'ondata di denunce contro l'ex dittatore Jiang Zemin è arrivata rapida e al momento sembra inarrestabile. Dalla prospettiva di un coltivatore tuttavia questa ondata è come un grosso specchio che può riflettere molti attaccamenti e vecchie nozioni.

Alcuni praticanti della Dafa hanno paura di prendere iniziative, hanno paura di venire perseguitati nuovamente, oppure non riescono a lasciare andare le loro emozioni per quanto riguarda le proprie famiglie. Altri pensano prima di tutto ad auto-proteggersi, vanno agli estremi o i loro attaccamenti alla reputazione e al profitto si mescolano e stanno ora cercando compensazioni e vendette. Altri ancora hanno rallentato l'emissione di pensieri retti perché credono che l'ambiente stia ormai migliorando, pensano che questo evento non abbia nulla a che fare con loro. Oppure ci sono quelli che vacillano quando si sentono sotto pressione.

Che cos'è che spesso disturba i nostri cuori quando ci troviamo di fronte a delle scelte? Dopo aver sperimentato numerose prove e tribolazioni, il pensiero umano può comunque nuovamente emergere nel nostro percorso. I nostri cuori e menti possono ondeggiare come erba alta in una giornata di vento. Se la nostra coltivazione non è solida dobbiamo guardarci dentro per capire dove sta la mancanza. Se non riusciamo a credere pienamente nel Maestro e nella Fa e lasciamo che il pensiero umano predomini, succede perché non abbiamo studiato bene la Fa.

Il male prende di mira semplicemente i nostri pensieri umani. Tutte le illusioni della società ordinaria sono il risultato dei pensieri dei discepoli della Dafa. Il Maestro ci ha detto:

"Per un essere divino gigantesco, un suo solo pensiero può creare corpi cosmici e universi" (Insegnare la Fa alla conferenza della Fa negli USA Occidentali 2004)

Possiamo capire quanto sia potente il corpo dei discepoli della Dafa. Se tutti noi crediamo al cento per cento che Jiang Zemin verrà messo sotto processo e agiamo di conseguenza, questo tiranno sarà presto finito.

Con milioni di discepoli della Falun Dafa che si assumono insieme questo compito senza precedenti, i persecutori possono solo aspettare in preda al panico i processi per i loro crimini. Pertanto non dobbiamo avere il pensiero che i persecutori si vendicheranno. Questo non è un pensiero del nostro vero io: ci viene imposto dalle vecchie forze e noi dobbiamo assolutamente negarlo.

Quando Zhou Yongkang (ex capo del dipartimento affari politici e legali) è apparso sui media, le persone che guardavano il suo processo sono apparse disgustate. Il processo sembrava essere un annuncio silenzioso del fatto che le vecchie forze che perseguitano la Dafa sono ormai quasi estinte e che stanno solo aspettando che i praticanti pongano fine a tutto questo.

Nulla può fermare il torrente di denunce che chiede di processare Jiang Zemin. Questa è la volontà divina. Chi va contro di essa sarà punito. Spero che i praticanti possono cogliere questa preziosa opportunità, rafforzare i loro pensieri retti, sconfiggere il pensiero umano e lavorare insieme per portare Jiang Zemin davanti alla giustizia. Questa è la nostra missione. Durante il processo però la sabbia sarà setacciata e solo l'oro restante brillerà e soddisferà le richieste del Maestro.

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.