Quattro Donne Innocenti Praticanti della Falun Dafa in Provincia di Guangdong sono Morte per l'Abuso Fisico e Mentale

Tre donne, Li Qixi, Tang Ying e Li Baoxia di Zhanjiang, della Provincia di Guangdong, sono state brutalmente perseguitate perché erano praticanti della Falun Dafa. Sono state obbligate a rinunciare alla loro credenza e sono state torturate sia fisicamente che mentalmente fino alla morte. In più, Li Zhongjuan, una anziana signora, ha sopportato molestie da parte di alcune persone depravate. Suo figlio e sua nuora sono stati anch'essi perseguitati. La donna, alla fine, è morta a causa della persecuzione.

La signora Li Qixi, 58 anni, era ragioniera presso la Fabbrica per Rifrigerazione di Zhanjiang, della Provincia di Guangdong. Ha ricevuto molti benefici dalla pratica dal 1994. Attraverso la pratica continua e lo studio della Falun Dafa, tutte le malattie cronache e incurabili di cui soffriva sono state guarite. Diffuse attivamente la Falun Dafa, ha creato il luogo di pratica, insegnò gli esercizi volontariamente ed instancabilmente, conducendo più di 60 persone verso la pratica.

In seguito al 20 luglio 1999, quando la persecuzione è iniziata, non rinunciò alla sua credenza e persistette nella coltivazione della Falun Dafa, perciò venne continuamente molestata. L'Ufficio 610 la controllò per molto tempo. Fu arrestata illegalmente per trenta giorni dopo essersi recata a Pechino per fare appello in favore della Falun Dafa nel dicembre 2000, e non ebbe più la libertà dopo di ciò. Fu rapita dal "Ufficio 610" in Zhanjiang per il lavaggio del cervello nell'aprile 2001, e dopo è stata obbligata ad accettare il lavaggio del cervello sotto l'alta pressione, il suo stato mentale fu danneggiato gravemente causando il ritorno della sua vecchia malattia. Alla fine morì il 24 agosto 2001.

La signora Tang Ying aveva 48 anni. Ha cominciato a praticare la Falun Dafa nel 1997 in un luogo di pratica della città. Il suo corpo fisico è stato purificato, ed la sua "xinxing" [la natura di mente-cuore, il carattere morale] ha migliorato rapidamente. Ritornò alla sua città natale e diffondeva la pratica, ha creato il luogo di pratica, aiutando le persone a coltivare la Falun Dafa.

Il locale "Ufficio 610" e la Stazione di Polizia hanno fatto irruzione nella sua casa parecchie volte nel febbraio 2001, e l'hanno arrestata e condotta nella Stazione di Polizia per ulteriori torture. È stata privata del sonno ed continuamente interrogata. L’hanno anche torturata e interrogata, ed è stata obbligata ad rimanere sulle ginocchia per una notte intera. L'hanno mandata al Centro di Detenzione di Zhanjiang per continuare la persecuzione. Durante l'inverno, i depravati addetti alla tortura hanno versato dell'acqua fredda su di lei e l'hanno messa su le catene pesanti.

Dopo un mese di permanenza, l’hanno trasferita alla classe del lavaggio del cervello nella Contea di Suixi. Lei ha rifiutato di scrivere la dichiarazione nella quale doveva accettare il lavaggio del cervello, e di conseguenza è stata mandata tre mesi dopo in un campo di lavoro forzato a Sanshui nella Provincia di Guangdong. Ha subito abusi ancora peggiori nel campo di lavoro forzato sia fisici che mentali. Era malata dopo che ha scritto le "Tre Dichiarazioni" sotto l'alta pressione. Poi venne obbligata a fare un intervento chirurgico, dal quale ne risultò un'infezione al taglio praticato durante l'operazione. È stata rilasciata sotto consiglio medico quando stava ormai morendo, e così fu nel giugno 2003.

La signora Li Baoxia aveva 42 anni ed era di salute cagionevole con parecchie malattie. Dopo aver cominciato a praticare la Falun Dafa nel 1995, la sua salute ritornò buona. Andò a Pechino nel dicembre 1999 per fare appello in favore del suo credo. Dopo che ritornò, il dipartimento di polizia e la stazione di polizia locale la misero sotto controllo ed la interrogarono continuamente obbligandola a sottoscrivere le "Tre Dichiarazioni". Fu pesantemente torturata ed distrutta sia fisicamente sia mentalmente, giungendo alla morte nella fine del gennaio 2000.

La signora Li Zhongjuan aveva 63 anni e cominciato a praticare il Falun Gong nel 1994. Tutta la sua famiglia praticò il Falun Gong. La sua famiglia era armoniosa, sana e viveva secondo alte regole morali. Dopo il 20 luglio 1999, Li Zhongjuan, spiegava la verità, dicendo che la Falun Dafa è buona. Distribuì i materiali per la chiarificazione della verità e gli striscioni. La sera del 13 ottobre 2000, più di una dozzina teppisti e agenti segreti dal Dipartimento di Sicurezza Nazionale fecero irruzione nella sua casa.
Confiscarono i materiali della Falun Dafa, e rapirono il figlio e la nuora. Il figlio venne rilasciato dopo un mese, ma pochi giorni dopo i poliziotti lo portarono di nuovo via. Sua nuora venne condannata a tre anni e mezzo di detenzione. Soltanto l'anziana signora ed i suoi due figli più grandi sono stati lasciati liberi. Non potendo sopportare il duro colpo ed morì il 23 febbraio 2001.

La versione cinese disponibile a: http://www.minghui.org/mh/articles/2004/9/10/83829.html
La versione inglese disponibile a: http://clearharmony.net/articles/200409/22115.html

Here is the article in English language:
http://en.clearharmony.net/articles/a22115-article.html

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.