EFGIC: Rapporto delle Nazioni Unite sulla persecuzione del Falun Gong Compiled in un Libro pubblicato di recente

“La crudeltà e brutalità di questi atti di tortura sono difficili da descrivere”– Inviati dell’ONU per le esecuzioni extragiudiziali, sommarie e arbitrarie.
 

LONDON [EFGIC]– Il gruppo del Falun Gong che si occupa dei diritti umani (website) ha annuncitao la pubblicazione del "The 2004 United Nations Reports on China’s Persecution of Falun Gong" (Il Rapporto del 2004 dell’ONU sulla persecuzione del Falun Gong in Cina). In questa seconda edizione, il libro è una collezione di rapporti fatti da inviati speciali della commissione per i diritti umani dell’Onu sulla violenta e spesso mortale persecuzione dei praticanti del Falun Gong in Cina.

Ogni anno, gli inviati speciali dell’ONU pubblicano dei rapporti sommari sulla situazione dei diritti umani nel mondo. Le violazioni contro il Falun Gong ha sempre di più attratto una maggiore condanna da parte di questi inviati speciali.

“Queste scoperte e rapporti negano con convinzione ciò che sostiene la Cina, cioè di vivere il ‘miglior periodo per i diritti umani’ dice Liying Zheng, un editore volontario del gruppo di lavoro.

Nel libro ci sono rapporti fatti dai volontari riferenti ad aree differenti, incluse torture, esecuzioni extragiudiziali, sommarie e arbitrarie, violenze contro le donne, libertà di religione, di pensiero e libertà di espressione.

L’inviato speciale per le esecuzioni extragiudiziali, sommarie e arbitrarie ha affermato: “L’inviato speciale è in continuo allarme per i casi di morte tra i detenuti in Cina. I rapporti descrivono scene strazianti in cui i detenuti, la maggior parte dei quali seguono il movimento del Falun Gong, sono morti a causa dei maltrattamenti, della negligenza o per la scarsa attenzione dei medici. La crudeltà e la brutalità di questi atti di tortura sono difficili da descrivere”.

Uno tra I più di 50 casi descritti dall’inviato speciale sulla violenza contro le donne è il caso di una studentessa universitaria di Chongqing: “Secondo le informazioni ricevute, il 13 maggio del 2003, molti poliziotti l’hanno portata in una cella del centro di detezione di Baihelin nel distretto di Shapingba e costretto altre due donne detenute a spogliarla. Uno degli uomini in uniforme l’ha spinta diverse volte al pavimento e violentata mentre gli altri detenuti guardavano. La polizia l’ha pure costretta a mangiare quando lei ha fatto sciopero della fame, ingiuriando seriamente la trachea e l’esofago, lasciandola impossibilitata a parlare”

Il libro documenta anche più di 30 metodi di tortura usati comunemente sui praticanti del Falun Gong in China, molti dei quali sono dimostrati da foto fatte alle vittime in Cina.

Una sezione introduttiva parla del Falun Gong, del suo sviluppo culturale e storico, della diffusione popolare in Cina prima che l’ex presidente cinese Jiang Zemi lanciasse la persecuzione nel 1999.

“Il gruppo del Falun Gong che si occupa dei diritti umani spera che questo libro aiuti il pubblico a capire l’orrendo attacco di terrore contro il Falun Gong in Cina”, dice Zheng. “Speriamo che sempre più persone aiuteranno a pubblicare il libro e a iniziare qualsiasi azione sia in loro potere per fermare questa tragedia e per parlare per quelli che non hanno voce”.

Il libro può essere scaricato gratuitamente da http://www.flghrwg.net

# # #

Versione inglese disponibile a: http://www.clearharmony.net/articles/200412/23574.html

Here is the article in English language:
http://en.clearharmony.net/articles/a23574-article.html

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.