Riparare il recinto dopo aver perso una pecora (亡羊補牢)

C’era una volta un pastore che trovò un buco nell’ovile ma trascurò di ripararlo. Pochi giorni dopo diverse pecore mancavano. Poi riparò il recinto e non perse mai più nessuna pecora.

Durante il Periodo degli Stati combattenti (475-221 a.C.) nel regno di Chu c’era un ministro di nome Zhuang Xin.

Zhuang si preoccupò quando vide i funzionari di corte e il re indulgere spesso nel lusso e nei piaceri eccessivi.

Un giorno Zhuang disse al re di Chu: «Vostra Maestà, voi siete sempre circondato di ministri che vi lusingano e fanno di tutto per rendervi felice. Non avete tempo per occuparvi degli affari di Stato e Chu sta affrontando un grave pericolo. Se non verrà fatta alcuna modifica, il nostro Stato certamente perirà».

Ascoltando queste parole, il re divenne triste e lo rimproverò: «Come ti permetti! Useresti queste parole crudeli per maledire il mio Paese e per cercare di suscitare la rabbia del popolo!».

Capendo che nulla sarebbe cambiato, Zhuang chiese al re il permesso di lasciare lo Stato per un certo periodo. Il re glielo concesse e Zhuang andò nello Stato di Zhao.

Pochi mesi dopo un esercito dello Stato di Qui invase Chu e occupò un’ampia zona del territorio di Chu. Il re di Chu fu costretto all’esilio. Fu allora che il re si ricordò del consiglio di Zhuang e si sentì pieno di rimorso per non averlo ascoltato. Allora mandò i suoi uomini a richiamare Zhuang.

Sentendo un forte impegno nei confronti dello Stato di Chu, Zhuang tornò immediatamente dal suo re. «È troppo tardi, che cosa posso fare adesso?», domandò il re.

Zhuang rispose: «C’era una volta un pastore che trovò un buco nell’ovile ma trascurò di ripararlo. Pochi giorni dopo diverse pecore mancavano. Poi riparò il recinto e non perse mai più nessuna pecora. Non è troppo tardi se riparate l’ovile anche dopo che una pecora si è persa, vostra Maestà!».

Con l’aiuto del consiglio di Zhuang sul modo in cui risanare Chu, il re finalmente recuperò il territorio perduto.

L’idioma亡羊補牢(wáng yáng bǔ láo), che viene generalmente tradotto con «riparare il recinto dopo aver perso una pecora», è nato dalla risposta di Zhuang al re. Questa storia è stata riportata in un’antica opera storica cinese, Gli intrighi degli Stati combattenti (1), scritta durante la dinastia Han Occidentale.

L’idioma è usato per avvisare qualcuno che non è mai troppo tardi per correggere gli errori ed evitare perdite future.

Note:
(1) Il libro Gli intrighi degli Stati combattenti (戰國策) è stato tradotto anche con Le strategie degli Stati combattenti. Si tratta di un’antica opera storica cinese scritta durante la dinastia Han Occidentale (206 a.C.-23 d.C.) e che rivela le caratteristiche storiche e sociali del Periodo degli Stati combattenti.

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.