Il salvataggio della Principessa Dragone - Parte II

A lettera consegnata, la principessa è portata a casa
 

Parte I

La principessa dragone, terza figlia del re dragone del lago di Dong Ting, era sposata con il principe dragone del fiume Jinghe, uno spietato, crudele, insensibile ed ostinato drago che maltrattava la principessa e la esiliò dal palazzo.

Liu Yi, un giovane studioso, udì il pianto addolorato della principessa ed ebbe pietà della damigella in pericolo. Ascoltò la sua storia di dolore e seppe d’essere l'unica persona che avrebbe potuto portare un messaggio della principessa a suo padre, il re dragone del lago di Dong Ting.

Essendo una persona compassionevole, trascurò i propri interessi — si trovava sulla strada per poter sostenere l'esame di dipendente pubblico a Pechino — e, mosso dal suo cuore puro, partì per un viaggio per consegnare il messaggio della principessa dragone, scritta col sangue su un pezzo di stoffa strappato dai suoi vestiti.

Qiantang Jun parte per combattere i draghi del fiume Jinghe. (Shaoshao Chen/staff dell’Epoch Times)

Il lago s’apre

Liu Yi partì immediatamente per il suo viaggio al lago di Dong Ting. Continuò a camminare senza contare i giorni, sino a raggiungere il lago.

La giovane principessa dragone gli aveva chiaramente descritto il cammino e come trovare il castello della sua famiglia, situato nei pressi del villaggio a sud del lago di Dong Ting. Gli disse di chiedere alla gente del posto la posizione del sacro albero d’arance in riva al lago.

Una volta lì, "Bussa tre volte, poi batti le mani tre volte e, quindi, chiama tre volte; ‘Dong Ting Jun, ho un messaggio per te.’"

Ricordava le sue istruzioni in modo corretto e, senza preamboli, l'acqua del lago si separò ed una piccola creatura, simile ad un granchio, gli si avvicinò. Chiese che cosa lo portasse a questo luogo e chi gli avesse dato la frase di apertura. Liu disse alcune parole e la creatura, senza far molto clamore, gli fece cenno di seguirlo. Camminarono nel lago con l’acqua che si chiudeva dietro di loro, ma la via rimaneva aperta senza che una sola goccia d’acqua gli cadesse addosso.

Poi, davanti ai suoi occhi stupiti, fu un bellissimo palazzo circondato da giardini con bellissimi alberi e fiori. Ma non aveva tempo per contemplare la bellezza del luogo, dato che aveva fretta di consegnare il messaggio della principessa al re dragone.

Porse la lettera scritta col sangue della figlia del re. Il re aveva le lacrime agli occhi, mentre leggeva del dolore che aveva colpito sua figlia. Non ci volle molto perché l'intero palazzo fosse a conoscenza della miseria della loro amata principessa.

Il re, ricordando la sua lunga amicizia con i draghi del fiume Jinghe, esitava a prendere misure drastiche; ma altri alla sua corte non erano così indecisi. Improvvisamente, qualcuno arrivò di corsa da dietro un divisorio urlando: "Fratello, mentre esiti la nostra bambina potrebbe essere uccisa. Sto andando."

Una feroce battaglia

Il fratello del re dragone, il drago del fiume Qiantang, Qiantang Jun, era un drago dalla scarsa pazienza e il cuore caldo e gentile. Credeva nella giustizia e non perdeva mai l'occasione per aiutare gli altri, era giunto subito dopo aver sentito della situazione di sua nipote.

Essendo uno che prendeva decisioni veloci non aspettò oltre: si trasformò in un drago e si alzò verso il cielo, producendo tuoni e fulmini. Liu Yi fu scosso nel vedere una scena che non aveva mai immaginato potesse esistere.

Ci vollero solo un paio d'ore perché Qiantang tornasse. I draghi del fiume Jinghe erano stati uccisi durante una feroce battaglia e la terza principessa dragone fu riconsegnata dallo zio al palazzo dei suoi genitori.

Qiantang Jun e suo fratello potevano essere sentiti ridere e scherzare; fra le loro parole scorreva gioia.

(continua)

Articolo originale: http://www.theepochtimes.com/n2/china/the-rescue-of-the-dragon-princess-part-ii-of-iii-59040.html

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.