Indagine guida: Espianto di organi nel primo centro di detenzione di Shijiazhuang

(Minghui.org) Nel primo centro di detenzione di Shijiazhuang alla fine di marzo e alla fine di giugno 2009 sono stati giustiziati due gruppi di criminali. I giustiziati erano tenuti a firmare dei "consensi volontari" di donazione di organi. Uno di loro si è rifiutato di firmare. A tutti è stato detto di ottenere il consenso firmato delle loro famiglie così avrebbero potuto donare i loro organi, ma gli espianti sono stati eseguiti prima di aver ricevuto una risposta da una delle famiglie. Il detenuto che si rifiutò di firmare fu giustiziato il 29 marzo 2009. Entrambi i gruppi sono stati portati al centro di detenzione intorno alle 08:30, ma non sono stati giustiziati fino a mezzogiorno. Quello che è successo in quei giorni prima di mezzogiorno non è noto.

Un medico che è stato coinvolto nel prelievo di organi ha fornito la seguente dichiarazione. Quelli che stavano per essere giustiziati, sono stati portati in un ospedale per esami medici approfonditi per determinare quali organi potessero essere utilizzati. Poi li hanno anestetizzati. Prima hanno pespiantato le cornee e reni, e poi il fegato e il cuore. Una seconda iniezione letale li ha uccisi. Non importava se avessero firmato il consenso a donare gli organi o meno, i loro organi sarebbero stati presi in ogni caso. I centri di detenzione riforniscono solo una piccola parte delle fonti di organi. La maggior parte sono forniti dalle prigioni.

Questo rende difficile rispondere ad una domanda. I centri di detenzione trattengono criminali che sono stati condannati a morte; dopo un paio d'anni, le sentenze vengono commutate automaticamente in ergastolo. In altre parole, i detenuti nelle carceri non vengono giustiziati immediatamente. Allora come è possibile che in prigione vi sia un numero cosi alto di persone da giustiziare? A quali costi?

Il medico ha riferito che i medici coinvolti conoscevano solo i nomi, i numeri e gli indirizzi di coloro che erano da giustiziare, ma non il motivo per cui queste persone venivano giustiziate. Il medico che ha fornito queste informazioni ha detto di disprezzare la condotta illegale e disumana dell'ospedale, e si è dimesso.

Il resoconto sopra riportato mostra come sia disumana e atroce la raccolta di organi da parte del Partito Comunista Cinese.

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.