EFGIC: Genocidio in Cina: le immagine che Pechino non vuole lasciare vedere al mondo verso Olimpiadi 2008

Immagini silenziose di un’ emaciata praticante del Falun Gong che grida, per avere un poco di attenzione dal mondo
 

LONDRA [EFGIC]– – Nel 1992 un lungometraggio mostrante un uomo scheletrito dalla fame dietro un recinto metallico, suscitò l’indignazione e la reazione alla pulizia etnica dell’ex Jugoslavia.

32-year-old Ms. Wang Xia before the persecution of Falun Gong began in China. (left) After suffering 2 years of repeated torture and beatings, Wang was reduced to 45 lbs (right) and is in critical condition.

Da tempo attendiamo che i media mostrino al mondo le immagini di cosa sta accadendo, oggi, ai praticanti del Falun Gong in Cina.

I media internazionali trasmisero le immagini dei poliziotti che arrestavano, usando la violenza, i praticanti del Falun Gong nella Piazza Tiananmen, all’esordio della persecuzione di Jiang Zemin, nel 1999-2000. Poi, quando queste storie si ripresentarono con regolarità, queste immagini scomparvero dai quotidiani e programmi televisivi del mondo.

In molti, fuori della Cina, hanno iniziato a pensare che la brutalità contro il Falun Gong fosse terminata.

Niente è più lontano dalla realtà. La brutalità è semplicemente passata dagli spazi aperti di piazza Tiananmen, a dietro i muri dei campi di concentramento.

La Sig.ra Wang Xia (foto in alto) era stata mandata in un campo di lavori forzati in Mongolia solo perche’ parlava apertamente alle persone, della persecuzione al Falun Gong. Dopo aver fatto uno sciopero della fame per protestare contro la detenzione e gli abusi, ha subito iniezioni di droghe sconosciute, ed e’ stata sottoposta ad alimentazione forzata, torturata con i bastoni elettrici, appesa e bastonata.Quella che prima pesava 54 Kg adesso pesa solo 20 Kg e i momenti di lucidità si alternano all’incoscenza.

Il Sig. Zhang Zhong era stato arrestato e torturato per aver cercato di svelare le atrocità contro i diritti umani in una TV di Stato.
Il Sig Zhang Zhong (foto a sinistra) era stato arrestato nel 2002, per aver cercato di esporre i fatti sulla persecuzione di Jiang Zemin e sulla mancanza di informazioni, che la sostengono, impedendo alle immagini televisive di mostrare gli abusi nei confronti dei diritti umani dei praticanti del Falun Gong. Zhang è stato incatenato, appeso, e punto con aghi fino a vomitare sangue. Come risultato della tortura è diventato incapace di digerire qualsiasi cibo e vomita tutto cio’ che mangia. Urina sangue e ha avuto solo quattro movimenti intestinali negli ultimi sei mesi.

Lasciate che il Mondo Veda

Il Governo Cinese continua ad impedire che siano fatte delle ispezioni internazionali. Reporters, attivisti per i diritti umani, e molti altre persone coraggiose in Cina che hanno cercato di esporre le atrocità nei campi di lavoro, spesso vengono arrestate e subiscono la stessa sorte dei praticanti, anche loro.

Noi non disponiamo, ovviamente, di lungometraggi girati in questi campi di lavoro, come è accaduto ad Abu Ghraib in Iraq, ma abbiamo molte foto fatte alle vittime, dopo essere state rimandate a casa per morire.

Ognuna di queste foto, rappresenta un rischio terribile per le persone che con grande coraggio, decidono di denunciare – attraverso l’esposizione di cio’ che i persecutori non vogliono venga mostrato- ognuna di queste foto, può a nostro giudizio salvare altre vite.

Dopo cinque anni di persecuzione e la morte di migliaia di persone, ci rivolgiamo ai media internazionali: lasciate che il mondo veda con i propri occhi cosa sta succedendo ai praticanti della Falun Gong in Cina.

# # #

Antefatti
Falun Gong, conosciuto anche come Falun Dafa, è una pratica di meditazione ed esercizi con insegnamenti basati sui principi universali di “Verità- Tolleranza- Compassione”. E’ praticato in oltre 50 Paesi nel mondo, il Falun Gong ha origini della cultura tradizionale cinese. Quando nel luglio 1999 il governo estimò in 100 milioni i praticanti del Falun Gong, il Leader Comunista Jiang Zemin dichiarò illegale la pacifica pratica (report).

Da allora, il regime di Jiang ha intensificato la sua campagna di propaganda diffamatoria per rivoltare l’opinione pubblica contro la pratica: imprigionando, torturando e pure uccidendo coloro che la praticano. Il Falun Dafa Information Center ha documentato 1,022 morti (reports) da quando la persecuzione della Falun Dafa iniziò in Cina nel 1999.

Nell’ottobre 2001, tuttavia, rappresentanti ufficiali del Governo Cinese dichiararono più di 1600 morti. Oggi sorgenti esperte stimano che il dato è molto piu’ alto. Centinaia di migliaia sono stati detenuti, di cui piu’ di 100.000 sono stati avviati ai “campi di rieducazione tramite il lavoro”, normalmente senza processo.

PER PIU INFORMAZIONI CONTATTARE THE EUROPEAN FALUN GONG INFORMATION CENTRE
Chris Cominos +30 6974 489 9874, Fotini Bakatsia +30 6973 579 932
Maggiori contatti. www.clearharmony.net Email: europe@falungonginfo.net

Here is the article in English language:
http://en.clearharmony.net/articles/a21643-article.html

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.