Liu Jingrong, praticante di Dongliao, provincial di Jilin viene torturato a morte.

Il Sig. Liu Jingrong, un praticante della Dafa di Dongliao, nella provincia di Jilin, è stato perseguito molte volte perché ha sempre continuato a praticare il Falun Gong. È stato rinchiuso e torturato nei campi di lavoro di Liaoyuan, Jilin e Jiutai Yinmahe. È morto il 31 gennaio del 2004.

Il Sig. Liu Jingrong, 45 anni, era un impiegato della Banca Agricola di Dongliao, provincia di Jilin. Nell’ottobre del 1999, l’Ufficio di Pubblica Sicurezza di Dongliao lo chiamò per un incontro. Lo misero illegalmente in detenzione per un mese, perché praticava il Falun Gong.

A metà marzo del 2000, gli ufficiali dell’Ufficio di Pubblica Sicurezza di Dongliao emisero un’illegale sentenza di un anno di lavori forzati. Le guardie del campo di lavoro di Liaoyuan lo torturarono brutalmente e lo forzarono a lavori estremamente duri. Poiche’ era un praticante del Falun Gong, una volta le guardie gli legarono le mani alle sbarre di metallo all’esterno per tutta una notte molto fredda. Un’altra volta, le guardie lo spogliarono, lo spinsero al suolo e gli spruzzarono addosso dell’ acqua fredda. Rimase al freddo nel corridoio per tutta la notte. Liu Jingrong pesava 80 Kg, dopo alcuni mesi di detenzione arrivò a pesare meno di 50Kg.

Nell’aprile del 2001, poco dopo il suo rientro a casa, il suo datore di lavoro gli diede più di 400 yuan come salario arretrato. La sezione politica dell’Ufficio di Pubblica Sicurezza di Dongliao lo venne a sapere. Inviò quattro poliziotti a prenderlo per togliergli i soldi. Liu Jingrong rifiutò di firmare una dichiarazione contro il Falun Gong, quindi fu brutalmente torturato dalla polizia e illegalmente rinchiuso per due anni in un campo di lavori forzati. Tre mesi dopo fu trasferito segretamente dal campo di lavori forzati di Liaoyuan a quello di Jilin.

Le guardie del campo di Jilin lo spogliarono, lo torturarono con bastoni elettrici, bastonarono con randelli appuntiti e lo forzarono a sedersi su un inginocchiatoio di legno fino a scomparire la pelle. Liu divenne disabile.

Nel dicembre del 2001, Liu Jingrong fu trasferito dal campo di lavori forzati di Jilin a quello di Jiutai Yinmahe. Liu Jingrong fu legato su un letto per sette mesi e gli fu negata la possibilità di rialzarsi. Stava quasi per morire nel campo di lavoro.

Nel luglio del 2002 fu trasferito dal campo di lavori forzati di Jiutai Yinmahe a casa perché si capì che la situazione era critica.

Liu Jingrong non venne ricoverato nonostante le torture brutali subite. Morì il 31 gennaio del 2004.
Le guardie del Campo di Lavori forzati di Liaoyuan che perseguitano i praticanti dell Dafa erano: Wang Zhixue, Hou Jianhua, Kong Qingguo, Zhang Hongfei, Hou Yuntao, Han Jiquan.

I poliziotti dell’Ufficio di Pubblica Sicurezza di Dongliao che perseguitano i praticanti della Dafa erano: Li Jin, Chen Lin etc.

Le guardie del Campo di Lavori forzati di Jiutai Yinmahe che perseguitano i praticanti dell Dafa erano: Tang Bo, Zhao Fengshan etc.

Nota
1. yuan: Moneta cinese. Lo stipendio medio di un impiegato cinese è di circa 500 yuan.

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.