58 nuove morti di praticanti del Falun Gong in seguito a tortura e abusi in Cina, nel breve periodo di 3 mesi.

La signora Xiong Fengxia, di 56 anni, è una dell 58 persone morte, tra giugno e agosto 2003, mentre era nelle mani della polizia cinese. Stime ritengono che il numero totale dei praticanti uccisi è compreso fra i 4.000 e i 10.000.

La signora Xiong Fengxia, di 56 anni, è una dell 58 persone morte, tra giugno e agosto 2003, mentre era nelle mani della polizia cinese. Stime ritengono che il numero totale dei praticanti uccisi è compreso fra i 4.000 e i 10.000.

NEW YORK (FDI) - La campagna dell'ex leader cinese Jang Zemin “per sradicare il Falun Gong” negli ultimi 4 anni, continua ad usare metodi brutali per far sì che cittadini cinesi rinuncino al loro credo nella fede tradizionale cinese.

Coloro che rinunciano, sono talvolta rilasciati, ma controllati e spesso forzati ad assistere le autorità nell'opera di coercizione nei confronti di altri praticanti perchè questi ultimi rinuncino alla loro fede. Coloro che non rinunciano al Falun Gong, continuano ad essere torturati, a subire abusi o muoiono durante il "processo".

Dal giugno all'agosto 2003, fonti attendibili cinesi hanno reso noti dettagli sulla morte di 58 praticanti del Falun Gong, la maggior parte dei quali morti a causa di torture terribili nei centri di detenzione o nei campi di lavoro.

Ci sono morti per tortura e abusi in tutte le aree della Cina, da Xinjiang a Guandong, a Pekino.

“Conosciamo i dettagli di queste morti”, dice Erping Zhang, portavoce del Falun Dafa Information Center di New York. “Nell'ottobre 2001, una fonte governativa cinese rivelò che il vero numero delle morti era superiore di almeno 5 volte il numero ufficiale e che il regime di Jang Zemin era ancora più determinato nel nascondere questi decessi. Ora abbiamo confemato il numero ufficiale di 787 morti, mentre il numero reale potrebbe superare i 4000.”

Dipartimento di Stato USA Annual Human Rights Report, 2003
Altre fonti dicono che il numero dei morti sia ancora più alto.

"Il solo credere nel Falun Gong, senza alcuna manifestazione esteriore, è già una base sufficiente perchè i praticanti siano puniti con la perdita del posto di lavoro, la prigionia, in molti casi la tortura e la morte.”
Il 6 giugno 2002 è stato pubblicato un libro, scritto da un alto Funzionario Cinese del Partito Comunista, che parla dettagliatamente della campagna di Jang Zemin contro il Falun Gong. "Imbroglio velenoso" è il titolo del libro. Dice che il numero dei praticanti del Falun Gong morti è superiore ai 7000.

Più recentemente, il 16 luglio 2003, l'ex ambasciatore Mark Palmer, in una intervista radiofonica, ha affermato che che il numero dei morti è stimato intorno ai 10.000. Inoltre Palmer dice che Jang Zemin sta effettuando una lotta criminale contro i diritti umani, equivalente a ciò che hanno fatto Saddam Hussein e Milosevic.

Nella provincia di Hielongjiang, la tortura rimane l'assassino più prolifico

Alcune fonti dicono che la provincia di Hielongjiang è il luogo dove muoiono più praticanti del Falun Gong. 14% provincia di Hielongjiang, 11% province di Liaoning e Shandong, 10% provincia di Jilin, 9% provincia di Hebei.

7% di tutte le morti conosciute avvengono nella provincia di Pechino.

Approssimatamene, il 73% delle morti è dovuta a tortura e percosse, mentre il 10% alla particolare tortura della nutrizione forzata. Altre morti sono dovute a circostanze misteriose, dove i praticanti muoiono in ospedali psichiatrici, dopo iniezioni di farmaci (droghe) sconosciute, o cadono dall'alto di edifici, pur essendo in custodia della polizia.

Decine di fonti in tutta la Cina riferiscono che la polizia dice di avere ricevuto ordini di dichiarare che le morti sono dovute a suicidio.

Meno del 3% dei decessi si dice siano dovuti a sciopero della fame.

Per informazioni sulle fonti di queste statistiche siete pregati di visitare www.faluninfo.net

# # #

Antefatti

Il Falun Gong, noto anche come Falun Dafa, è una pratica di esercizi e meditazione, il cui insegnamento è basato sui principi universali di "Verità-Compassione-Tolleranza". È una pratica che è stata insegnata segretamente per migliaia di anni prima di essere stata resa pubblica nel 1992 dal Signor Li Hongzhi. Il Falun Gong ha radici nella cultura cinese tradizionale, ma è distinto e separato da altre pratiche in Cina, come le religioni buddista e taoista. Fin dalla sua presentazione, nel 1992, si è rapidamente diffuso con il passa parola in tutta la Cina, ed è ora praticato in più di 50 Paesi.

Con una stima del governo di circa 100 milioni di praticanti del Falun Gong, il presidente cinese Jiang Zemin, ha messo fuorilegge questa pratica pacifica nel Luglio 1999, spaventato da qualsiasi cosa che tocchi i cuori e le menti di più cittadini di quanto faccia il Partito Comunista. Incapace di spezzare lo spirito di milioni di persone che hanno sperimentato il miglioramento della salute e cambiamenti positivi della vita dovuti al Falun Gong, il regime di Jiang ha intensificato la sua campagna di propaganda per rovesciare l'opinione pubblica contro la pratica, mentre tranquillamente imprigionava, torturava e perfino uccideva coloro che la praticavano.

Il Centro Informazioni della Falun Dafa ha verificato in dettaglio oltre 791 morti da quando è iniziata la persecuzione del Falun Gong nel Luglio 1999. Fonti interne al governo cinese, tuttavia, riportano che la lista dei morti è di oltre 1600. Più di 100.000 sono stati detenuti, con più di 20.000 condannati senza giudizio ai campi di lavoro forzato.

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.