Riguardo l'auto-immolazione avvenuta il 23 gennaio 2001 in Piazza Tien An Men

Rifiuto della propaganda del regime di Jiang sulla "auto-immolazione"
L'incidente dell'auto-immolazione avvenuta il 23 gennaio 2001 sulla Piazza Tian An Men in Cina, non è un'azione del Falun Gong, che proibisce l'uccisione e il suicidio.

SEGNALI DI UN "INCIDENTE" PIANIFICATO DALLA POLIZIA
1. Il video ufficiale dimostra che i reporter della CCTV erano già sul luogo dell'incidente prima che arrivassero le ambulanze (l'ultima è arrivata sette minuti dopo incidente secondo CCTV e 25 minuti dopo secondo la CNN) e intervistavano le vittime ustionate prima che fossero portate via con l'ambulanza!
Considerando la dimensione della piazza, i reporter dovevano trovarsi vicino alla scena. Inoltre, certi luoghi a livello del suolo, vicini alla zona dell'auto-immolazione non possono essere ripresi dalla telecamera del servizio segreto come è stato dichiarato.
2. Un articolo dell'agenzia di stampa governativa Xinhua afferma che entro un minuto dall'inizio dell'auto-immolazione, quattro poliziotti hanno iniziato a spegnere il fuoco con gli estintori. Un reporter europeo a Pechino ha dichiarato di non aver mai visto i poliziotti pattugliare la Piazza muniti di estintore prima d'allora; per recuperare gli estintori dall'edificio più vicino (Congresso del Popolo) sarebbero stati necessari almeno 20 minuti. È mai possibile che i poliziotti abbiano reagito non con uno, ma con quattro estintori nel giro di un solo minuto se non avessero saputo in anticipo ciò che stava per accadere?
3. Un reporter di AP afferma che alcune delle persone che si sono appiccato il fuoco sono state viste mentre si muovevano attorno alla piazza tenendo le braccia nella postura di un esercizio di Falun Gong. Questo è molto strano, dato che quelli che protestano stanno in piedi fermi in questa posizione di esercizio.
4. I reporter internazionali sono stupiti dalla velocità con cui l'agenzia Xinhua ha annunciato la notizia, data solo poche ore dopo l'incidente. Normalmente, per il rilascio di notizie di proteste o di violenti incidenti all'agenzia governativa Xinhua occorre un'approvazione che spesso richiede tempi lunghi. La velocità della pubblicazione IN INGLESE, indica che l'approvazione è avvenuta prima dell'incidente.
5. Il nocciolo del messaggio di propaganda dell'agenzia di stampa Xinhua è che tramite l'auto-immolazione quella gente ha cercato di suicidarsi nella speranza di "ascendere in paradiso". Quest'accusa, non accompagnata da prove, non poteva resistere ad un esame più approfondito. Per esempio, un tale tentativo avrebbe avuto più possibilità di successo in qualunque altro posto del paese che non sulla Piazza Tian An Men, che notoriamente è pesantemente presidiata.
6. La Xinhua riporta che le vittime sono state danneggiate dall'inalazione del fumo; i dottori, temendo che potessero soffocare per il gonfiore della trachea hanno operato tutti praticando la tracheotomia per favorire loro la respirazione. Tutte le vittime erano gravemente ferite, con oltre l'80% di ustioni sul corpo. La cosa strana è che, secondo l'articolo, erano ancora in grado di rispondere alle domande dei giornalisti e conversavano, presumibilmente rinnegando il Falun Gong. Un dottore da noi consultato negli Stati Uniti ha espresso la propria incredulità dopo aver letto l'articolo della Xinhua. Ha affermato che dopo quel tipo di intervento chirurgico i pazienti non sarebbero stati in grado di recuperare la capacità di parlare così velocemente. Ha detto: "O l'Agenzia Stampa Xinhua sta mentendo o hanno creato un miracolo medico!"

DUBBI SUL FATTO CHE LE VITTIME FOSSERO PRATICANTI DEL FALUN GONG
7. La Xinhua ha opportunamente scoperto due persone in più (originariamente ne erano state riportate cinque) una settimana dopo l'incidente. Esse hanno dichiarato di "appartenere allo stesso gruppo, ma di non aver tentato di appiccarsi il fuoco", perciò adesso possono parlare del loro obiettivo davanti alle telecamere. Ripetutamente dicevano: "Lasciatemi andare in paradiso" e che i libri del Falun Gong hanno insegnato loro il ricorso all'auto-immolazione. Bisogna chiarire subito che un'istruzione simile, anzi neanche un solo accenno a tutto ciò, può essere letto in alcun libro, lezione, né in qualsiasi altro materiale del Falun Gong. Al contrario, l'autentica proclamazione dei dimostranti del Falun Gong è "Falun Gong è buono", "Basta con la persecuzione" ecc.
8. Ancora più sorprendente, oltre alla scoperta delle due persone in più che raccontano la loro storia, l'autorità PRC sta dichiarando che tra i cinque suicidi iniziali, c'era una bambina di 12 anni. Ad ogni modo, la troupe della CNN che aveva assistito alla scena alla luce del giorno, nel primo pomeriggio, riportava che le persone dell'auto-immolazione erano cinque e che non avevano notato alcun bambino tra le fiamme.
9. La Xinhua ha riportato che alla bambina di 12 anni era stato insegnato il Falun Gong nel mese di marzo del 2000 da sua madre, una praticante da "lungo tempo". Questo è molto strano, dato che la maggior parte dei praticanti ha imparato il Falun Gong prima della messa al bando, nel luglio 1999, cosa che ha portato il terrore con decine di migliaia di arresti, repressione durissima, torture, licenziamenti , campagne di diffamazione, ecc...

ESEMPI PRECEDENTI

Nel Gennaio 2000, diversi giornali in Cina (es.NU Daily) hanno riportato un incidente di auto-immolazione che, poco tempo dopo è risultato essere completamente falso e la persona nominata in realtà non esisteva per niente.
Nel 1999, ufficiali cinesi hanno chiesto a dei pazienti in un ospedale di dichiarare di essersi ammalati a causa della pratica del Falun Gong. I giornalisti dei media statali hanno chiesto ai pazienti di imparare a memoria le parole fornite, per poi recitarle di fronte alla telecamera. Simili tattiche potrebbero essere state nuovamente usate nel recente programma della TV ufficiale.

CONCLUSIONE

Le storie della Xinhua per screditare il Falun Gong sono troppo sospette per essere attendibili e dovrebbero essere soggette ad indagine da parte di organismi internazionali indipendenti, per appurare la verità dei fatti. Una cosa è assolutamente certa: l'auto-immolazione non è un atto del Falun Gong, perch_ considera il suicidio un peccato.
Ci disturba il fatto che alla linea del Partito, al portavoce della PRC, all'agenzia stampa Xinhua e alla CCTV sia stata data così tanta credibilità dai media stranieri. La Xinhua e gli altri media statali non sono generalmente considerati fonti credibili, dato che anche loro ammettono apertamente che la loro funzione è fare propaganda per il regime cinese. Infatti, la Xinhua è la linea del Partito.

Appendice:

Chiarificazione del recente articolo del Sig. Li Hongzhi
L'articolo "Oltre i limiti della tolleranza" non è per niente un invito ai mezzi estremi ma si tratta di una chiarificazione teorica in vista dello sfondo malvagio della tattica/disputa del regime di Jiang.
Per esempio:
1. I funzionari Cinesi accusano che il pacifico appello da parte del Falun Gong è in opposizione alla tolleranza.
2. Il personale dei servizi di sicurezza in Cina hanno detto alle praticanti donne di sopportare e di rassegnarsi agli abusi sessuali .
3. I funzionari del consolato cinese in US molestano i praticanti del Falun Gong e poi dicono loro di sopportare.
4. Alcuni poliziotti usano pubblicamente un'estrema violenza e portano via i soldi, ma nessuno impedisce loro di farlo, "per tolleranza".

Queste cose sono sbagliate e l'articolo ha fornito una chiarificazione teorica che queste sono in effetti sbagliate. Ha indicato che fare appello contro la persecuzione, scoraggiare la violenza della polizia e non accettare gli abusi sessuali passivamente è corretto e non è contro il principio della tolleranza .
Vi preghiamo di notare seriamente il fatto che i praticanti del Falun Gong in Cina non sono mai ricorsi alla violenza.

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.