Roma: Messaggio di sostegno dell'On. Gabriele Albertini

Letto in occasione del Raduno Europeo all'Associazione Italiana Falun Dafa
 

Gentili Signore e Signori,

È con grande piacere che vi invio i miei migliori saluti e che vi mando il mio messaggio di apprezzamento e ringraziamento per il grande lavoro di sensibilizzazione pubblica svolto dall'Associazione Italiana Falun Dafa in questi anni.

Il rispetto dei diritti dell’uomo costituisce un aspetto centrale nelle relazioni tra l’Unione europea e la Cina.

Nell’ambito del dialogo bilaterale sui diritti dell’uomo, istituito tra UE e Cina nel 1996, l’Unione si é impegnata nella missione di sollevare periodicamente singoli casi che destano preoccupazione, ivi compresi i casi che coinvolgono gli attivisti del Falun Gong.

L’Unione ha in particolare chiesto alla Cina di garantire che siano pienamente rispettate le regole del giusto processo, compresa una idonea rappresentanza in giudizio, rispettando tutti gli individui.

Da più di 10 anni, attraverso i canali ufficiali, l'UE ha focalizzato l'attenzione ed ha espresso preoccupazione sulle testimonianze di tortura e maltrattamento subiti dai membri del movimento Falun Gong arrestati, sollecitando così la Cina a rivedere le rigorose sentenze pronunciate nei loro confronti.

Il Parlamento Europeo, in particolare, ha condannato energicamente più volte, con Risoluzioni, Relazioni e Interrogazioni la detenzione e la tortura in carcere degli aderenti del movimento Falun Gong, i campi di "rieducazione attraverso il lavoro", gli ospedali psichiatrici e gli "istituti d'istruzione legali" ed ha espresso grande inquietudine per le informazioni secondo le quali organi di seguaci del Falun Gong detenuti sarebbero stati asportati chirurgicamente e poi venduti agli ospedali. Pressioni sono state rivolte al governo cinese per indurlo a porre fine alla detenzione e alla tortura di tali persone e a liberarle immediatamente.

Vorrei infine, al di là delle mie funzioni nell'UE, esprimere il mio personale sostegno agli attivisti di quest´antica pratica spirituale che da anni si vedono costretti a subire questa grande discriminazione.

Colgo ancora una volta l'occasione per rivolgervi i miei migliori saluti e per ribadire la mia piena solidarietà e partecipazione per la situazione dei praticanti cinesi del Falun Dafa.

Cordialmente,
Gabriele Albertini
(Presidente della Commissione Esteri del Parlamento Europeo)

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.