Jilin: Il signor Yu Donghui è morto nel 2011 dopo dodici anni di persecuzione

Nome: Yu Donghui (郁东辉)
Sesso: maschile
Età: 67 anni
Indirizzo: città di Liaoyuan, provincial di Jilin
Lavoro: insegnante
giorno del decesso: 17 dicembre 2011
Data dell’ultimo arresto: ottobre 2008
Ultimo posto di detenzione: prigione di Siping (四平监狱)
Città: Liaoyuan
Provincia: Jilin
Persecuzione subita: lavori forzati, lavaggio del cervello, condanna illegale, prigionia, estorsione, casa saccheggiata, interrogatorio, detenzione, decesso.

(Minghui.org) Il praticante del Falun Gong Yu Donghui era un insegnante della scuola del partito comunista della città di Liaoyuan. Era solito soffrire di molte malattie, e provò molte pratiche di qigong fasulli, nel tentativo di trovare una cura. Ma la sua salute non migliorò. Dopo aver iniziato a praticare il Falun Gong nel marzo 1995, i suoi sintomi di malattia scomparvero mentre seguiva i principi del Falun Gong. Ben presto divenne noto nella comunità come una persona molto gentile.

Il sig. Yu Donghui

Dopo che nel 1999 è iniziata la persecuzione del Falun Gong, il signor Yu subì continue molestie da parte del personale della stazione di polizia di Nankang, dalla divisione di sicurezza locale, e dal dipartimento di polizia di Nankang. Fu illegalmente arrestato e detenuto nel centro di detenzione di Liaoyuan, nel campo di lavoro forzato di Chaoyanggou nella città di Changchun, e nella prigione di Shilingzi nella città di Siping. Fu detenuto nel centro di detenzione di Liaoyuan per 30 giorni nel maggio 2000 e condannato a tre anni di lavori forzati nel marzo 2002. Il 12 maggio 2008 fu condannato a nove anni di carcere. Il signor Yu è morto il 17 dicembre 2011 a seguito del lavoro forzato e delle brutali persecuzioni subite nella prigione di Shilingzi.

Quello che segue è il resoconto della persecuzione che il signor Yu subì per più di 10 anni.

1. Condannato ai lavori forzati dopo aver scritto una lettera di appello

Il signor Yu Donghui era un membro del partito comunista cinese (PCC). Il partito afferma espressamente che un membro ha il diritto di denunciare direttamente una situazione al suo comitato centrale. Il signor Yu scrisse una lettera sulle sue esperienze positive di pratica del Falun Gong. Nella lettera parlava della bontà del Falun Gong e faceva tre semplici dichiarazioni: "In primo luogo, il Falun Gong avvantaggia solo la società. Non solo migliora la salute dei praticanti, ma porta anche la benevolenza nel loro cuore e ne innalza la moralità, in secondo luogo, dare alle persone la libertà di praticare il Falun Gong. E infine, ripristinare il buon nome del Maestro Li ". Yu Donghui consegnò la lettera al Centro Appelli del dipartimento dell’organizzazione del PCC nel maggio 2000.

Tre giorni dopo, gli agenti della stazione di polizia di Nankang perquisirono il suo ufficio presso la scuola del partito di Liaoyuang. Quindi lo portarono a casa. Il capo sezione della stazione di polizia Gao, ordinò alla moglie, "consegnatemi tutti gli oggetti correlati col Falun Gong che avete in casa", quindi portarono via una copia dello Zhuan Falun(*).

La polizia imprigionò il signor Yu nel centro di detenzione di Liaoyuan per un mese senza informare la sua famiglia, che è una violazione della procedura standard. In primo luogo dissero che era in stato di detenzione penale, poi lo cambiarono in detenzione di sicurezza. La sua famiglia, in primo luogo prese questo come un segnale positivo, ma poi appresero che il dipartimento di polizia stava giocando sporco. La polizia ha usato questo mezzo subdolo in modo da poter inviare il signor Yu ai lavori forzati, perché si può essere condannati ai lavori forzati solo dopo essere stati arrestati due volte.

Nel centro di detenzione, il signor Yu cedette temporaneamente al lavaggio del cervello scrivendo una "dichiarazione di dissociazione," rinunciando al Falun Gong. Fu rilasciato dopo 30 giorni, dopo che la polizia estorse ai suoi familiari 3.000 yuan. Dichiararono che il denaro era un deposito cauzionale, ma nessuna ricevuta fu emessa. La famiglia chiese il denaro diversi anni più tardi. L’ufficiale Wan della stazione di polizia di Nankang, che prese i soldi, desse che avrebbe risolto il problema in un paio di giorni. Quando la famiglia andò alla stazione di polizia, qualche giorno dopo, gli fu detto che Wan era fuori. Il denaro non fu mai restituito.

2. Arrestato sulla strada di casa mentre ritornava dal fare la spesa

Nel marzo 2002, i praticanti sfruttarono con successo la rete di televisione a circuito chiuso di Changchun per trasmettere informazioni e la verità sul Falun Gong. In seguito a ciò si sono verificati arresti di massa in tutta la provincia. Il signor Yu fu arrestato mentre tornava a casa dopo aver fatto la spesa il 15 marzo 2002. L’ufficiale Lan (donna) lo interrogò nella divisione di sicurezza locale. "Sei un insegnante nella scuola di partito, e fai la ricerca sul marxismo-leninismo. Credi nella superstizione? Credi nel Falun Gong? Ti rilascio immediatamente se dici che non pratichi il Falun Gong. Ti farò condannare alla pena massima (tre anni) di lavoro forzato, se ti ostini a praticare."Il signor Yu rispose che il Falun Gong è una Fa di alta virtù e che avrebbe praticato fino alla fine.

Anche se la polizia lo arrestò nella sua comunità, il giornale locale Liaoyuan City News riportò che essi "hanno arrestato Yu Donghui mentre fuggiva dalla città," reclamizzando il cosiddetto ", grande successo" della polizia.

3. Perseguitato nel campo di lavoro

Non appena fu portato al campo di lavoro, il signor Yu subì violenze fisiche senza essere "trasformato" (*). Fu costretto, ogni giorno, per più di 40 giorni, a sedersi su un piccolo sgabello dalle 06:00 alle 21:00. Le guardie lo costrinsero a sedersi in una certa posizione e non gli permisero di parlare. Dopo di che, fu portato al sesto gruppo di lavoro pesante, soprattutto agricolo. Un giorno in autunno, ai detenuti fu ordinato di portare a spalla pesanti sacchi di patate. Il signor Yu non era abbastanza forte per questo, ma i detenuti che lo controllavano gli misero in spalla un sacchetto. Crollò immediatamente.

Le celle del campo di lavoro erano buie e umide, e le condizioni sanitarie erano scarse. Il signor Yu sembrava in ragionevole salute quando la moglie gli fece visita a settembre, ma solo un mese più tardi, quando la moglie rivide nel mese di ottobre aveva la scabbia. Il campo di lavoro non fornì alcuna assistenza medica. La sua salute si deteriorò. Tutto il suo corpo si gonfiò. Non riusciva nemmeno a urinare. La sua uretra crollò e dovette tagliare una bottiglia d'acqua a metà e usarla per dirigere la sua urina per l'orinale.

Il 9 febbraio 2003, il signor Yu fu trovato privo di sensi sul letto al momento della colazione. Fu portato all'ospedale di Changchun, dove gli furono diagnosticate una grave malattia della pelle, una grave malnutrizione e anemia. Il campo di lavoro si rifiutò di liberarlo. Un capo sezione dell’ufficio di giustizia di Changchun disse: "Egli infatti si presenta in pessime condizioni. Ma, secondo la sua diagnosi, non è ancora qualificato per il rilascio." Dopo che una TAC al cervello mostrò che aveva subito degli infarti nella cavità cerebrale, il capo sezione accettò di rilasciare il signor Yu, ma solo dopo aver estorto 5.000 yuan dalla famiglia come un "deposito." La sua famiglia lo portò a casa dopo aver pagato i 5.000 yuan (*).

Il signor Yu cadde incosciente dopo che arrivò a casa. L'ospedale a malincuore lo ammise, dicendo che lo avevano portato in ospedale troppo tardi. L'infermiera ebbe difficoltà nel trovare una vena per mettergli una flebo. Poiché, dopo una settimana si sentiva meglio, il signor Yu insistette per andare a casa. A casa, recuperò completamente dopo aver studiato la Fa e fatto gli esercizi del Falun Gong per qualche tempo.

4. Il signor Yu e sua moglie arrestati e condannati durante le Olimpiadi di Pechino

Dalle 7:00 alle 08:00 del 12 maggio 2008, una mezza dozzina di poliziotti in borghese arrestarono il signor Yu e sua moglie a casa e li portarono al dipartimento di polizia di Nankang. Hanno poi perquisito la loro casa, portando via i loro libri, video e registrazioni audio della Falun Dafa. Rubarono anche un computer portatile e due nuovi telefoni cellulari che appartenevano a loro figlio, del valore di oltre 10.000 yuan.

La polizia interrogò, separatamente, il signor Yu e sua moglie per un giorno e mezzo, poi li rinchiusero in un centro di detenzione. Sei mesi più tardi, il signor Yu fu condannato a nove anni di carcere. Sua moglie, la signora Zhen Chunling fu condannata a tre anni di carcere. Anche se la sua pressione sanguigna era di ben 200 mmHg, fu portata al carcere di Shilingzi.

Anche se il signor Yu aveva 65 anni, le guardie lo trattavano come uno schiavo. Prima della stagione natalizia del 2009, i prigionieri furono costretti a fare collane con della colla tossica. Decine di detenuti lavorarono in una piccola cella di una prigione con scarsa ventilazione. Non c'era alcun dispositivo di protezione previsto per i detenuti. L'odore pungente di colla tossica riempiva la stanza. Molti detenuti hanno mostrato sintomi di tossicità acuta. La maggior parte dei praticanti imprigionati sono stati coinvolti nel processo di incollaggio e hanno sofferto più di altri. Molti hanno sviluppato sintomi di pleurite e tubercolosi. Il praticante Pang Shikun sviluppò una grave tubercolosi ed è morto tre giorni dopo essere stato ricoverato in ospedale. Anche il signor Yu si ammalò in questo ambiente.

La prigione ha istituito la casa circondariale n. 11 in data 29 dicembre 2010, per imporre il lavaggio intensivo del cervello sui praticanti. Quindici praticanti, tra cui il signor Yu, sono stati trasferiti al distretto n. 11. Ogni praticante, in questo settore, è stato controllato da tre detenuti.

Il signor Yu fu colpito da un ictus, dopo aver subito costanti torture fisiche e mentali nel carcere. Le guardie telefonarono alla figlia: "Se non avremo i soldi, egli sarà curato in carcere. Se hai i soldi, può essere curato fuori." Fu curato otto giorni dopo all’ospedale di Siping, e sua figlia, spese più di 10.000 yuan per le spese mediche. Non permisero alla figlia di fargli visita e lo riportarono in carcere una volta che la sua salute migliorò leggermente.

Durante i suoi tre anni e mezzo di carcere, la pressione sanguigna del signor Yu era sempre sopra i 180mmH. Le guardie cercarono costantemente di costringerlo a rinunciare al Falun Gong e a scrivere una dichiarazione di pentimento (*). La sua salute si deteriorò rapidamente. Il signor Yu fu rilasciato per motivi di salute l'8 novembre 2011, dopo che quattro esami medici, provenienti da diversi ospedali giustificavano la sua condizione precaria.

Questa volta, non riuscì a recuperare, e 40 giorni dopo il suo rilascio, alle 20:30 del 17 dicembre 2011, il signor Yu Donghui è morto.

(*) GLOSSARIO

Versione inglese

Potete stampare e diffondere gli articoli ed i contenuti pubblicati su Clearharmony, ma per favore citate la fonte.